Opinioni & Commenti
stampa

8 marzo: Dialogo tra un venditore di mimose e un passeggero

Che senso ha la festa della donna nell'era della teoria gender?

Parole chiave: Festa della donna (1)
Donna con le mimose (Foto Sir)

- «Mimose, signore. Una mimosa per la sua signora?»
- «Nessuna signora, sono single».
- «Allora per la sua mamma...».
- «È morta. Però lei è così gentile che qualcosa potrei prendere. Che cosa sono quei mazzolini d’erbetta verde tra le mimose?».
- «Prezzemolo, signor mio».
- «Prezzemolo? E perché mai?».
- «Sono i tempi, a cui noi commercianti ci adeguiamo con fiuto proverbiale. Domenica è la festa della donna, ma quale donna?».
- «Sono single, reduce da dure batoste, non mi faccia parlare di donne».
- «No, non sarò suo complice in alcun esercizio di vittimismo rancoroso. Vede, siamo nell’epoca del gender».
- «Fatico a collegare il gender al prezzemolo. Mi illumini».
- «Oggi è donna non chi è donna all’anagrafe e biologicamente, ma è donna chi si sente tale».
- «La seguo, a stento ma la seguo».
- «Si vede che lei non fa il commerciante».
- «Infatti sono impiegato al catasto, per me una casa è una casa, un giardino è un giardino, eccetera».
- «Oggi un maschio anagrafico può sentirsi donna e pretendere di essere considerato tale. Che cosa regalargli, mimose?».
- «Certamente».
- «Ma potrebbe cambiare presto idea e tornare maschio. Per non dire delle donne che si sentono maschi imprigionate in un corpo femminile. Regalare mimose anche a loro?».
- «No, non è neppure la loro festa».
- «Questo lo dice lei. Glielo ha chiesto?»
- «Veramente no».
- «Signor mio, le cose si complicano. Per quel che ne so, lei potrebbe sentirsi femmina dentro...».
- «Come?».
- «Ci pensi, si conceda questa possibilità».
- «Ci penserò. Mi deve ancora dire del prezzemolo».
- «La mimosa non basta, appiattisce i generi e non consente sfumature. Il prezzemolo si mette dappertutto e sta bene ovunque».
- «Quindi il prezzemolo mescolato alla mimosa consente un dono politicamente corretto?».
- «Ci pensi, signor mio. Lei non sa se la signora a cui regalerà le mimose si sente davvero femmina in cuor suo, e ricevendo l’omaggio floreale destinato alle femmine potrebbe adombrarsi».
- «Mi ha convinto. Mi dia mimose e prezzemolo».
- «Fanno dieci euro».
- «Dieci? L’anno scorso costavano cinque».
- «È il prezzemolo. Tutta colpa dello spread greco e della crisi ucraina».
- «E del gender». «Anche».

8 marzo: Dialogo tra un venditore di mimose e un passeggero
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento