Opinioni & Commenti
stampa

Islam, gli pseudocaliffi di oggi somigliano ben poco ai veri califfi di ieri

Si parla molto in questi giorni del tentativo di restaurazione del Califfato da parte di Abu Bakr. Fare un po’ di chiarezza storica servirà a rinfrescare le idee anche a chi in Occidente pensa che i rapporti fra cristiani e musulmani siano sempre stati un incrociarsi di spade e di scimitarre  destinati a continuare con le armi sofisticate del nostro tempo.

Percorsi: Iraq - Islam - Siria
Parole chiave: Isis (46), Califfato (4)
Gruerriglieri dell'Isis (Foto Sir)

«Dio portò dalla regione del Sud i figli di Ismaele per liberarci mediante loro dai Romani». I figli di Ismaele considerati qui come liberatori sono gli arabi musulmani. I Romani considerati come oppressori sono i cristiani bizantini. Chi scrive queste cose è il patriarca cristiano siriaco Michele detto il Grande, che così commenta la conquista araba della Mesopotamia alla metà dell’ottavo secolo. Al momento dell’arrivo dei musulmani, molti cristiani del Medio Oriente ritennero che la loro situazioni non era peggiorata rispetto a come erano trattati sotto il precedente dominio bizantino. Queste dichiarazioni di cristiani che hanno subito direttamente le conquiste arabe dei primi grandi califfi e ne sottolineano in genere la tolleranza è importante ricordarla soprattutto oggi che in Iraq e in Siria ci sono dei fanatici che, sotto il pretesto del cosiddetto nuovo califfato, credono che seguire le orme dei vecchi califfi significhi costringere i cristiani a scegliere fra la conversione all’Islam e la morte. Di riflesso fare un po’ di chiarezza storica servirà a rinfrescare le idee anche a chi in Occidente pensa che i rapporti fra cristiani e musulmani siano sempre stati un incrociarsi di spade e di scimitarre  destinati a continuare con le armi sofisticate del nostro tempo.

A simili attestazioni di tolleranza rilasciate ai primi califfi possiamo anche fare lo sconto dovuto al fatto che i cristiani del Medio Oriente dell’epoca erano monofisiti, melchiti, nestoriani o giacobiti e mostrarono una certa simpatia per i nuovi venuti anche perché si sentivano perseguitati dai bizantini che li consideravano eretici. Ma in genere anche i fatti storici confermano una conquista che alla fine si risolse non con la soppressione dei cristiani né con la loro conversione forzata, ma con un accordo di convivenza fra conquistatori arabi e capi religiosi cristiani a cominciare dalle due città che dovevano essere capitali del califfato. Nel 635 Damasco fu consegnata al generale musulmano Walid dal vescovo Melchita Sarjun con un patto in cui si prometteva ai cristiani «sicurtà per la loro vita, le loro proprietà e le loro chiese». E ai cristiani della città fu concesso un tale grado di libertà che il nipote di Sarjun, quel Giovanni Damasceno riconosciuto oggi dottore della Chiesa, fu di fatto ministro delle finanze del califfo Mu’awiya ( 661-680) e poté in seguito scrivere il suo Libro delle eresie in cui si condannava la religione musulmana.

In genere ci fu rispetto per le chiese esistenti anche se non era permesso costruirne delle nuove. Secondo il famoso racconto che ci ha lasciato il cronista cristiano Eustichio, figlio del patriarca melchita di Alessandria, quando nel 637 il califfo Omar entrò a Gerusalemme il patriarca Sofronio gli andò incontro e gli fece da Cicerone nel fargli vedere la città. E quando il patriarca invitò il califfo a pregare nella chiesa della Resurrezione Omar rifiutò perché, disse, non voleva che si facesse della chiesa una moschea con il pretesto che ci aveva pregato il califfo. Tre anni dopo Ciro, il patriarca di Alessandria, fu addirittura accusato di connivenza con i musulmani per avere in pratica quasi concordato con loro la presa della sua città.

Nonostante la loro condizione di inferiorità dovuta al loro statuto di «dhimmi» i cristiani godettero di una notevole intraprendenza sotto il governo dei primi califfi. Proprio sotto il califfato di Bagdad si ebbe nell’ottavo secolo forse il maggiore esempio di reciproco rispetto fra musulmani e cristiani. A Bagdad il patriarca nestoriano Timoteo I (728-823) ebbe rapporti di amicizia con il califfo Al Mahdi e con suo figlio Harun ar-Rashid, quello, per intendersi, che inviò un elefantino in regalo a Carlo Magno a dimostrazione del fatto che in questo periodo i rapporti anche fra principi musulmani e principi cristiani non erano proprio quelli che poi saranno raccontati nella Chanson de Roland.

Sotto i califfi di Bagdad i cristiani poterono non solo professare la loro fede, ma anche difenderla. Al Madhi chiamò Timoteo I a discutere con lui a lungo di islamismo e cristianesimo e il fatto che ognuno rimanesse alla fine della stessa opinione non incrinò i loro rapporti. Sotto il califfato degli abbassidi di Bagdad cristiani nestoriani e giacobiti, esperti di greco perché considerata lingua del Vangelo, tradussero in arabo molte opere della lingua di Aristotele a cominciare dalla medicina ed è noto che i califfi si facevano curare quasi sempre da medici cristiani. Ma molti arabi cristiani, sconosciuti ai più, ma ben noti agli storici, poterono dare vita in quel periodo non solo ad una grande cultura laica e scientifica, ma addirittura ad una apologetica cristiana spesso anche in polemica contro l’Islam senza che per questo dovessero soffrire per le loro idee.

Fra questi scrittori cristiani sotto il dominio musulmano il teologo Abu Qurrah, nato ad Edessa e morto intorno all’802, potè scrivere ben dodici trattati in difesa del cristianesimo. Il teologo siriano Abu al Basri (800-850) scrisse il Libro delle dimostrazioni e il Libro delle domande e delle risposte, come importanti opere di apologia cristiana in polemica contro l’Islam. Sempre nel nono secolo Habib Abu Ra’ita al Takriti, vescovo siriano di Tikrit, potè scrivere un libro di difesa della Trinità contestata dai musulmani.

Questa tolleranza ebbe le sue interruzioni e anche le fasi di aperta persecuzione come accadde in Egitto con l’Iman Al Hakim (985-1021) e soprattutto a partire dalle Crociate quando tuttavia non si può dimenticare che l’imperatore cristiano ortodosso di Bisanzio fu al fianco del Saladino contro i cristiano-latini di Occidente.

In sostanza a ben guardare se si potesse fare un rewind al nastro della storia per tornare alle origini, come vorrebbero oggi i fanatici dell’Isis, non si incontra l’Islam fatto tutto di tagliagole, ma forse la fase più tollerante della storia dell’islam, fatte salve le terribili leggi di guerra dell’epoca che imponevano, ad esempio, il massacro degli abitanti di una città che non capitolava e la schiavitù dei prigionieri di guerra e che purtroppo erano osservate da musulmani e cristiani.

E tuttavia ricordare questa vera storia dell’Islam primitivo può contribuire a far capire al mondo islamico di oggi quanto il pseudo califfo Abu Bakr di oggi poco somigli al vero califfo Abu Bakr di ieri. D’altro lato chi non è musulmano può convincersi che il rapporto fra l’Islam e le altre religioni non è stato e non sarà sempre, come purtroppo spesso si crede, il conflitto manicheo fra il male e il bene condotto con le armi e destinato solo a finire con la fine del mondo.

Islam, gli pseudocaliffi di oggi somigliano ben poco ai veri califfi di ieri
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Avatar
giorgio morsin 10/10/2014 18:51
Allah non puo' essere dio...ma se non lo e' che cosa è chi e'?
VIVA GESU'.....MAGDI ALLAN CRISTIANO: CON L'ISLAM NON SI PUO' TRATTARE PERCHE' GLI ECCIDI E E LE BARBARIE SONO IN NOME DI QUESTO ALLAH DETTATE DA ALLAH NEL CORANO...CON I MUSULAMANI LAICI SI SI PUO' PARLARE E DISCUTERE MA SONO MALMENATI DAGLI ALTRI.....E COSTRETTI AL SILENZIO SE NO LI UCCIDONO.......

Se E' Dio il nostro creatore ed e' sempre Dio ad averci creato..... quale uomo puo' essere dato il diritto ed i compito in sua vece di eliminarci? di uccidere.in nome suo e su sua richiesta ?....E se allah ha deciso nel corano di sterminare tutti gli altri che non sono islmici....come mai prima ci mette al mondo e poi ci consegna la possibilita' di scegliere se morire o sottometterci e poi ordina di ucciderci per davvero aver scelto?.....Il problema di chi segue l'islam e' serio poichè a tutti nel corano c'e' scritto la parola ripetutamente ripetuta infedeli che dicono dettata da dio stesso...quindi non si puo' discutere che noi siamo infedeli e rei di morte certa...sempre . in nome di allah e ...quindi sempre secondo iool corano ci da' addirittura le direttive per cosa far fare e che trattamento fare agli infedeli.per farci sparire........non dice dialogate e cercate la pace...dice tutt'altro.....
.E poi, chi se non uno che fosse veramente mandato di dio stesso... dire a lazzaro alzati e cammina quando era morto da tre giorni....quindi solo colui che da' la vita poteva farlo.chi e' stato mandato da Dio che ha la vita e da' la vita?.....Quanti musulmani hanno avuto una sola copia di Gesu' cristo ma musulmano ? e secondoe direttive di allah ? Nessuno, e nemmeno secondo Maomettano quindi ...non si e' visto mai che i morti resuscitassro chiamando allah o maometto e mai si verificheranno simili prodigi se non tramite poi anche agli apostoli di gesu' cristo...( vedi atti degli apostoli)?......domanda: o ci sono due dii o c'e' quanche cosa che non torna. uno di loro i..Il dio di allah permette tutto quello che vediamo e anzi li incita a continuare cosi' con lo stermini di innocenti ritenuti colpevoli solo di aver scelto bene il figlio di dio che e' gesu' cristo..infatti nessun .. nessun musulmano si e' opposto a questi continui massacri perche' c'e' scritto nel corano...e' parola di allah............dall'altra parte c'e' il cristi il figlio di dio ucciso e resuscitato dai morti.....e asceso al cielo che tramite i santi continua a fare opere di misericordia e di miracoli veri.per la guarigione dello psirito e del corpo in maniera mirabile ed affascinante...... guarigioni incredibili.... iQuindi da una parte c'e' allah che dice e chiama al martirio uccidendo gli infedeli e se muore ucciso uccidendo lgi altri diventa addirittura martire. e va' i paradiso con mille donne vergini....per averlo fatto........dall'altra ci sono i cristiani vengono continuamente martirizzati da questi perche' operano il bene e aiutano i bisognosi.ed il loro martirio non e' dettato dall'odio o dalle uccidsioni delgi altri ma per la cattiveria e l'odio altrui Quindi ci sono.....due visioni completamente diverse..............i dieci comandamenti ci dicono cosa e' peccato...per gli altri non contano nulla.....
PERCHE' NESSUN MUSULMANO ACCETTA DI PARLARE DI CRISTO E DI CONFRONTARSI....PWERCHE' NESSUN MUSULMANO PENA LA DECAPITAZIONE NON LEGGE IL VANGELO...CHE STATENE CERTI CAPIREBBERO IN CHE MAI SI ERANO MESSI..............LA PACE NON STA' NEL FARE LA G CUERRA PER SECOLI COME QUESTI....MA VALLO A SPIEGARE A QUESTI CHE VOGLIONO CONQUISTARE IL MONDO .....A QUESTO PROPROSITO ABBIAMO ILLUSTRI DITTATORI E MANIACI CHE LO VOLEVANO FARE ...MA NON PER RELIGIONE......QUINDI QUESTI SONO DECISAMENTE PIU' PERICOLOSI DI TUTTI GLI HITLER MUSSOLINI E STALIN ETC...SORTI CON LE STESSE TEMATICHE CHE FACEVANO SPARIRE PER UNA IDEOLOIGIA MILIONI DI PERSONE...E NON SI SAPEVA DOVE FOSSERO ANDATE....POI LO SI SCOPRI' NEI CAMPI DI CONCENTRAMENTO E POI NELLE FOSSE COMUNI........Gli islamici imitano costoro.......ma non e' una buona cosa.....sentendosi padroni del mondo..............Dicono che nel corano citano cristo e maria.e li rispettano ma poi .....ma come mai in ogni loro razzia e depravazione attacco eliminano camente fisicamente il crocifisso.condannando a morte chi lo prega?..dicendo che noi adoriamo come gli atei simboli pagani?..queste continue ipocrisie ed a' li gidano sempre per nascindere le loro vere che che poi le vedimao nei fatti...uccisioni carneficine barbarie depravazioni di ogni tipo.....Sulla sette e' andato in onda l'assoluta assoluzione di cio' che sta' facendo l'islam in tutto il mondo in nome e per conto di allah e che nessun musulmano insorge per le assurdita' che succedono .....perche' lo dice allah... Dicono semopre a parole che loro sono liberi e di pace ma chiunque volgiaa stare con gli occidentali o viene ucciso dalla propria famihlia oppure emarginato dalla comunita' islamica sempre per rispetto ad allah e alle sue leggi..Per i musualmanio dopo cristo viene maometto come profesta solo che cristo e' dio e ha fatto cio' che snussuno di loro ha potuto compiere in nome di allah e non conceèpiscono altra reòligioone se non l'islam....PARLATE QUINTI CON I MUSULMANI LAICI...MA NON POSSONO PARLARE PERCHE' RISCHIANO LA MORTE CERTA.E LEGGETE E VEDETE I VIDEO CHE LO CONMFERMANO....COME MAGDI ALLAN CHE HA SPIEGATO BENISSIMO NEL SUO LIBRO DEL EPRCHE' NON POSSONO ESSERE CIVILI E NE' CIVILIZZATI COLORO CHE SEGUONO IL CORANO.........QUINDI GLI INFEDELI NON POSSONO ESISTERE . HANNO detto che loro faranno stragi e commetteranno in nome di allah e' grande ogni tipo di assurdita' in occidente che e' il demonio per loro perche' abbimao bombardato e ucciso i musualmani nella loro terra bombardandoli......MA SI DIMENTICANO CHE LGIO AMERICANI COME LA COMUNITA' INTERA OCCIDENTALE INTERVIEN DOPO I LORO ECCIDI E SGOZZAMENTI E CARESTIE PROVOCATE DA LORO E SOTTOMISSIONI ALLE DONNE CHE SI DEVONO PROSTITUIRE PER MANGIARE....RICORDIAMO I TALEBANI...COSA FACEVANO.....QUINDI NON SIAMO INTERVENUTI SE NON ANNI E ANNI DOPO CHE QUESTE COSE STAVANO SUCCEDENDO E COME DISSE PAPA GIOVANNI PAOLO SECONDO BISOGNA INTERVENIRE PER UMANITA'.LEGGETE LE PAGINE DI MAGDI ALLAN SUL SUO LIBRO VIVA GESU' E VI RENDERETE CONTO DEL EPRCHE' L'ISALM PUO' E DEVE SOLO ESSERE VIOLENTO....E CHI NON LO FA' E' REO DI NON AVER SEGUITO LA LEGGE ISLAMICA....NESUSNO INFATTI DENUNCIA L'ISIS E I SUOI SEGUAI..NESSUNO....PEGGIO DELLA CAMORRA DELLA MAFIA E DELLA CORONA UNITA SOLO CHE ORA SONO DAPPERTUTTO......LEGGETE IL LIBRO DI MAGDI ALLAM CRISTIANO A PAG .69,70,71,78,81,82,83,84,85,114,115,116,117,119,121,129,131,132,133,134,135,136,137,150171....IN CUI SPIEGA VERSETTO SU VERSETTO COME L'ISLAM E NON POSSONO ESSERE MODERATI MA TUTT'LATRO...

Un'eredità presa in carico da Papa Wojtyla. Quando, dopo il crollo del regime, casi di barbarie si verificarono nella guerra in Jugoslavia, con bombardamenti sui civili, il cardinale Segretario di Stato Angelo Sodano, il 7 agosto 1992, fece questa importante dichiarazione, ovviamente pensata e concordata con Giovanni Paolo II: «Per frenare questa guerra, per recare soccorsi alle popolazioni e per indagare sulle accuse di atrocità in campi di concentramento, per i quali la Santa Sede ha notizie più che sicure... gli Stati europei e le Nazioni Unite hanno il dovere e il diritto di ingerenza, per disarmare chi vuole uccidere...».



Il 5 dicembre di quello stesso anno, nel discorso alla Fao, Giovanni Paolo II disse: «Sia reso obbligatorio l’intervento umanitario nelle situazioni che compromettono gravemente la sopravvivenza di popoli e di interi gruppi etnici». Il 17 gennaio 1993, nel discorso al Corpo diplomatico, a proposito della guerra in Jugoslavia precisò: «Una volta che tutte le possibilità offerte dai negoziati diplomatici... siano stati messi in atto e che, nonostante questo, delle intere popolazioni sono sul punto di soccombere sotto i colpi di un ingiusto aggressore, gli Stati non hanno più il "diritto all’indifferenza". Sembra proprio che il loro dovere sia di disarmare questo aggressore». Ancora, un anno dopo, nel gennaio 1994, sempre ai diplomatici, Papa Wojtyla spiegò: «La Sede Apostolica, da parte sua, non cessa di ricordare il principio dell’intervento umanitario. Non in primo luogo un intervento di tipo militare, ma ogni tipo di azione che miri a un "disarmo" dell’aggressore».



Se si rileggono tutti gli interventi wojtyliani ci si rende conto di come il Papa, nell’enunciare il magistero dell’ingerenza umanitaria, abbia usato un linguaggio estremamente chiaro, ma al tempo stesso prudente: la condanna della guerra di aggressione è sempre stata esplicita, ma senza che mai venissero nominati gli aggressori, contro i quali andava principalmente attuato l’intervento umanitario.


HO VISTO LA SETTE....FANNO PAURA NEMMENO DI FRONTE A TUTTI GLI IMAM CHE DICEVANO CHE SOTTOMETTEVANO TUTTO IL MONDO E SI' DEVE SOTTOMETTERE AD ALLAH NESSUN MUSULMANO HA DECISO DI CONDANNARE QUESTE COSE..MA SEMMAI SOLO A PAROLE SENZA ALCUNA AZIONE SINCERA NE' DI PIAZZA E NE' DI CONDANNA VERA CON PROPOSTE PER ISOLARE I VIOLENTI CHE A QUESTO PUNTO SONO TUTTI LORO....SI DIFENDONO A VICENDA.....SENZA ALCUNA DISTINZIONE....COME DIRE...LA PAURA CHE GLI SI LEGGEVA IN FRONTE CHE NON OSAVANO E NON POTEVANO DIRE NULLA ED IL CONDUITTORE PURE..QUELLO CHE HO VISTO E' UNA TRASMISSIONE AA FAVORE TOTALE DELL'ISALMA PIU' RADICALE...SENZA POSSIBILITA' DI DISCUSSIONE.E DI CONDANNA AI LORO CRIMINI...TUTTI ERANO D'ACCORDO E NESSUNO TRANNE LA SANTANCHE' POTEVA OSARE DIRE ALTRO...PER IL POLITICAMENTE CORRETTO PER L'ISLAM... MA LORO COME SAPPIAMO NON HANNO MAI ACCETTO GESU' E CHI A LUI CREDE CHIAMATI INFEDELI E QUINDI REI DI MORTE...COSI' STANNO FACENDO DAPPERTUTTO IL MONDO.... QUINDI LA TRASMISSIONE E' SERVITA SOLO A FARCI CAPIRE CHE CON LORO NON SI MEDIA SI UBBIDISCE E BASTA SE NO COME DICE LA LEGGE CORANICA SI E' REI DI OGNI ATTO CONTRO L'ISLAM E REI DI MORTE.........MA QUESTA NON E' LIBERTA' E' SATANISMO PURO....UCCIDONO STUPRANO....TUTTI COLORO CHE NON SONO ISLAMICI..........magdi allam cristiano nel suo bellissimo libro ' GRAZIE GESU'spiega parola per parola e versetto su versetto del corano POTRA' ESSERE ALCUN ACCORDO..contro infedeli rei di esserlo e professare un'altra fede..infedele e come abbiamo visto nei filmati della sette ditruggono tutto cio' che e' occidentale sia in oriente che in occidente eppure dicono che non e' vero e che quello non e' isalm...( caso strano non esiste nessun musulamno che si sia opposto o abbia maanifestato a favore dell'occidente,,...ma semmai contro).del perche' l'isalm non puo' essere moderato....ma tutt'altro....sin dalle sue origini .NOI ABBIAMO GLI APOSTOLI I SANTI LE SANTE E GLI ATTI DELGI APOSTOLI CHE HANNO FATTO INFINITI MIRACOLI AI MALATI IN NOM EDI QUEL DIO CHE LORO NON RICONOSCONO.ABBIAMO LE APPARISZIONI DELLA MADONNA CHE CI DICE DI PREGARE TANTO EPR LE PROVE CHE CI ASPETTERANNO.....ED ORA CAPISCO ANCHE IO IL PERCHE' Maometto ha ucciso tanto e tanti...eppure guai a toccarlo....storia narrata ormai da tutti .mai l'isalm ha portato pace mai...e nessuno nelle moschee aancora oggi fa' pregare epr la pace nel mondo ma semmai il contrario.......tutti i soldi del petrolio vanno alla guerra santa contro gli infedeli.....si lamentano che noi siamo oppositori dell'isalm.e li uccidiamo pure...SEMMAI E' PROPRIO IL CONTRARIO E PPOURE LO DICONO APERTAMENTE QUESTA FALSITA' SENZA ESSERE FERMATI......e loro possono fare cio' che vogliono d'appertutto.POSSIBILE CHE NOI SIMAO COSI' POVERI DA NON CAPIRE COSA STA' ACCADENDO-...-.-SE FOSSE COSI' E CON QUESTA INDIOFFERANZA DETTATA DALLA PAURA E' BENE CHE INCOMINCIAMO A METTERE IL BURCA TUTTI QUANTI E POI CON LORO AL POTERE POTETE STARE CERTI QUANTE EPRSONE BUOMNE SPARIRANNO SENZ AUN REALE PERCHE' SE NON PER LE LORO REGOLE ASSURDE E ANTIDEMOCRARTICHE A TUTTI I LIVELLI.....e guai a dirgli i qualchecosa la negano aspramente....solo due persone nella trasmissione hanno osato dire che non ci sono islamici moderati e sono stati picchiati da loro in diretta.....una sola donna musulmana era d'accoprdo nel bruciare lòa bandiera dell'isis,..,..tutti lgi altri no.........LEGGETE IL LIBRO DI MAGDI ALLAM CRISTIANO A PAG .69,70,71,78,81,82,83,84,85,114,115,116,117,119,121,129,131,132,133,134,135,136,137,150171....IN CUI SPIEGA VERSETTO SU VERSETTO COME L'ISLAM E NON POSSONO ESSERE MODERATI MA TUTT'LATRO.....EBBENE....MADI CRISTIANO CONVINTO VERAMENTE CHE GESU' E' L FIGLIO DI DIO E NON QUALCHE DUN ALTRO....EBBENE LUI COME VERO CRISTINO RISPETTO A TUTTI I FINTI CRISTIANI E' STATO CONDANNATO A MORTE DA CHI SI PROFESSA E SI DEFINISCE ISLAMICO MODERATO.....LEGGETE CHE VI FA' BENE A CAPIRE ION CHE CONDIZIONI SIAMO...1480 LUOGHI DI CULTO SOLO IN ITALIA A ROMA PER BUONISMO E CRISTIANESIMO AMBIGUO ABBIAMO LA PIU' GROSSA MOSCHEA D'EUROPA.....E HANNO DICHIARATO CHE L'ISLAM CHE VUOLE OCCUPARE TUTTI E SOTTOMETTERE TUTTI IN NOME DI ALLAH E DEL CORANO....SONO TUTTI CON LORO...SONO DAPPERTUTTO E LA TRASMISSIONE LO HA CONFERMATO......DECISAMENTE CONFERMATO......VIVA BENEDETTO 16 UNICO CHE SI E' OPPOSTO ALL'ISLAM DESCRIVENDO DEL PERCHE' NON SONO MODERATI.....L'UNICO PAPA CHE HA SPIEGATO IL PERCHE' E PER QUESTO E' STATO CONDANNATO DALL'ISLAM.......E NESSUN CRISTINAO LO HA DIFESO......VIVA MADLI ALLAM CRISTIANO...VIVA.....

Totale 1 commenti

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento