La parola del Papa
stampa

Il cristiano non è violento, ha la forza della mitezza

Domenica 18 agosto, prima della recita dell’«Angelus», Papa Francesco ha notato che la Parola di Dio proclamata nella liturgia contiene anche una  frase di Gesù che mette in crisi e che va spiegata altrimenti può generare malintesi. Gesù dice ai discepoli : «Pensate che io sia venuto a portare pace sulla terra ? No, io vi dico, ma divisione» (Lc 12,51).

Percorsi: Papa Francesco

Il Pontefice ha osservato che la fede non è una cosa decorativa, ornamentale ; vivere la fede non è decorare la vita con un po’ di religione, come se fosse una torta e la si decora con la panna.

No - ha detto - la fede non è questo. La fede comporta scegliere Dio come criterio-base della vita, e Dio non è vuoto. Dio non è neutro, Dio è sempre positivo, Dio è amore, e l’amore è positivo ! Dopo che Gesù è venuto nel mondo non si può fare come se Dio non lo conoscessimo.

Come se fosse una cosa astratta, vuota, di referenza puramente nominale; no, Dio ha un volto concreto, ha un nome : Dio è misericordia, Dio è fedeltà, è vita che si dona a tutti noi. Per questo Gesù dice : sono venuto a portare la divisione; non che Gesù voglia dividere gli uomini, al contrario: Gesù è la nostra pace, è la nostra riconciliazione!

Ma questa pace non è la pace dei sepolcri, non è neutralità, Gesù non porta neutralità, questa pace non è compromesso a tutti i costi.

Seguire Gesù comporta rinunciare al male, all’egoismo, e scegliere il bene, la verità, la giustizia, anche quando ciò richiede sacrificio e rinuncia a propri interessi.

E questo - ha rilevato Papa Francesco - sì, divide; lo sappiamo, divide anche i legami più stretti. Ma attenzione : non è Gesù che divide ! Lui pone la scelta : vivere per se stessi, o vivere per Dio e per gli altri; farsi servire, o servire; obbedire al proprio io, o obbedire a Dio.

Ecco - ha proseguito - in che senso Gesù è «segno di contraddizione» (Lc 2,34). Dunque, questa parola del Vangelo non autorizza per nulla l’uso della violenza per diffondere la fede.
È proprio il contrario : la vera forza del cristiano è la forza della verità e dell’amore, che comporta rinunciare ad ogni violenza. Fede e violenza sono incompatibili !
Invece fede e fortezza vanno insieme. Il cristiano non è violento, ma forte. E con che fortezza ? Quella della mitezza, la forza della carità.

Il cristiano non è violento, ha la forza della mitezza
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento