La parola del Papa
stampa

La forza dei cristiani che affrontano il dolore

Mercoledì 14 maggio Papa Francesco, all’udienza generale, ha riflettuto sul quarto dono dello Spirito Santo: la fortezza.

Percorsi: Papa Francesco

C’è una parabola - ha detto il Papa - raccontata da Gesù che ci aiuta a cogliere l’importanza di questo dono. Un seminatore esce a seminare; non tutto il seme che sparge, però, porta frutto. Quello che finisce sulla strada viene mangiato dagli uccelli; quello che cade nel terreno sassoso o in mezzo ai rovi non germoglia, ma viene presto seccato dal sole o soffocato dalle spine. Solo quello che finisce nel terreno buono può crescere e dare frutto. Come Gesù stesso spiega ai suoi discepoli, questo seminatore rappresenta il Padre, che sparge abbondantemente il seme della sua Parola. Il seme, tuttavia, si scontra spesso con l’aridità del nostro cuore e, anche quado viene accolto, rischia di rimanere sterile.

Con il dono della fortezza, invece, lo Spirito Santo libera il terreno del nostro cuore, lo libera dal torpore, dalle incertezze e da tutti i timori che possono frenarlo, affinché la Parola del Signore venga messa in pratica, in modo autentico e gioioso. Ci sono, poi, anche dei momenti difficili e delle situazioni estreme in cui il dono della fortezza si manifesta in modo straordinario. E’ il caso di coloro che si trovano ad affrontare esperienze particolarmente dure e dolorose, che sconvolgono la loro vita e quella dei loro cari. La Chiesa risplende della testimonianza di tanti fratelli e sorelle che non hanno esitato a dare la propria vita, pur di rimanere fedeli al Signore e al suo Vangelo. Quanti uomini e donne, di cui non sappiamo i nomi, che onorano il nostro popolo, onorano la Chiesa, perché sono forti: forti nel portare avanti la loro vita, la loro famiglia, il loro lavoro, la loro fede.

Ringraziamo il Signore per questi cristiani che sono di una santità nascosta: è lo Spirito Santo che hanno dentro che li porta avanti! Non bisogna pensare - ha proseguito Papa Francesco - che il dono della fortezza sia necessario soltanto in alcuni occasioni o situazioni speciali. Questo dono deve costituire la nota di fondo del nostro essere cristiani, nell’ordinarietà della nostra vita quotidiana. In tutti i giorni della vita dobbiamo essere forti, abbiamo bisogno di questa fortezza per condurre la nostra esistenza. San Paolo ha detto: «Tutto posso in colui che mi dà la forza» (Fil 4,13). Il Signore dà la forza sempre, non ce la fa mancare. Il Signore non ci prova più di quello che noi possiamo tollerare. Lui è sempre con noi.

La forza dei cristiani che affrontano il dolore
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento