Sport

Sport stampa

Oltre mille bambini delle scuole del Mugello hanno aperto la XXIV edizione di Vivilosport a Borgo San Lorenzo. Una cerimonia di inaugurazione in grande stile con il Sindaco Paolo Omoboni a fare gli onori di casa di fronte ad una nutrita e colorata folla di bambini festanti ed ospiti illustri tra i quali Giancarlo Antognoni in rappresentanza della ACF Fiorentina presente insieme a due giocatrici della Fiorentina Women’s, fresche vincitrici del campionato italiano di calcio femminile e con loro il Presidente del Consiglio Regionale toscano Eugenio Giani.

È Niccolò Campriani, campione mondiale di tiro a segno con due ori vinti ai giochi olimpici di Rio 2016 e un palmarès invidiabile, tra cui un oro e un argento a Londra 2012, lo sportivo toscano dell'anno. Oggi al Teatro della Compagnia gli è stato consegnato il Pegaso per lo sport 2017 dall'assessore a sport, sociale e diritto alla salute Stefania Saccardi.

È stata una squadra di migranti ad aggiudicarsi il torneo di calcio a 5 organizzato dalla Federazione regionale delle Misericordie. Nella finalissima, disputata a Ponte a Greve (Firenze) hanno battuto i padroni di casa con il risultato di 7-1. Sedici le squadre, in gran parte composte da migranti e operatori impegnati nell’accoglienza provenienti dalle province di Firenze e Pistoia. Già «opzionati» due dei vincitori.

La Junior Tim Cup sta per entrare nel vivo. Lo scorso 29 novembre, presso i locali della parrocchia di San Jacopino a Firenze, c’è stata la riunione con il sorteggio dei due oratori che daranno il via alla 5ª edizione della manifestazione sportiva. L’appuntamento è lunedì 12 dicembre per una gara amichevole sul terreno dello stadio Artemio Franchi prima di Fiorentina-Sassuolo.

Conquistate complessivamente 39 medaglie (10 d'oro, 14 d'argento, 15 di bronzo), 11 in più di quante ne erano state raccolte quattro anni fa a Londra. Nono posto nel medagliere generale. La maggior parte delle vittorie italiane sono arrivate dal nuoto e dall’handbike, disciplina quest'ultima che si è rivelata una vera e propria miniera di medaglie. Una citazione speciale per Beatrice Vio, chiamata da tutti «Bebe».