Sport

Sport stampa

Non finisce di stupire l’Italia del tiro, i cui protagonisti sono per la maggior parte toscani. Dopo l'oro di Diana Bacosi (nata a Città della Pieve, ma cresciuta e residente a Cetona), ieri sera è arrivato un altro oro nello skeet dal giovanissimo Gabriele Rossetti, 21 anni di Ponte Buggianese, alla sua prima olimpiade. Ma anche il nuoto ci regala emozioni con il livornese Gabriele Detti al suo secondo bronzo, nei 1500 sl vinti da Paltrinieri.

Iniziano il 5 agosto i Giochi olimpici 2016, a Rio de Janeiro. La vigilia è stata avvelenata dalle notizie sul doping degli atleti russi. Ma adesso è tempo di metter da parte le polemiche e parlare solo di sport. Ecco gli atleti italiani in cerca di medaglie, tra i quali anche diversi toscani.

Conclusi i Trisome games, tenutisi a Firenze dal 17 al 21 luglio. La Nazionale azzurra domina la prima edizione dei giochi riservati ad atleti con sindrome di Down con 109 medaglie (46 ori, 34 argenti e 28 bronzi). Ecco tutte le medaglie italiane.

Ad oggi sono 30 gli atleti e paratleti toscani qualificati per partecipare ai Giochi olimpici e paralimpici di Rio de Janeiro 2016. I Giochi olimpici prenderanno il via il 5 agosto e le Paralimpiadi il 7 settembre. La Toscana, in quanto a numero di partecipanti, è la terza regione dopo Lombardia e Lazio. Gli auguri dell'assessore regionale allo sport Stefania Saccardi.

Firenze ospita, dal 16 al 21 luglio, la prima Olimpiade degli atleti con Sindrome di Down. Un evento unico e di grande significato per la nostra società. Mai, fino ad ora, si era pensato a dare la giusta dignità a chi è diversamente abile ma che offre lo stesso impegno e il medesimo spirito agonistico che si vede ogni quattro anni sulle piste d’atletica o in una corsia di piscina.

I Giochi Olimpici si svolgeranno dal 5 al 21 agosto, poi dal 7 al 18 settembre le Paraolimpiadi per gli sportivi con disabilità. Previsti 3 miliardi di persone che seguiranno in tv. Attesi 10 mila atleti e circa 300mila visitatori. A Rio de Janeiro ancora ritardi nella costruzione delle infrastrutture e paure per la sicurezza, sullo sfondo di una grave crisi politica ed economica. Le iniziative della Chiesa brasiliana.