Sport

Sport stampa

Conquistate complessivamente 39 medaglie (10 d'oro, 14 d'argento, 15 di bronzo), 11 in più di quante ne erano state raccolte quattro anni fa a Londra. Nono posto nel medagliere generale. La maggior parte delle vittorie italiane sono arrivate dal nuoto e dall’handbike, disciplina quest'ultima che si è rivelata una vera e propria miniera di medaglie. Una citazione speciale per Beatrice Vio, chiamata da tutti «Bebe».

Al primo posto resta l'Inghilterra: le squadre inglesi hanno speso in totale più di un miliardo e 300 milioni di euro, facendo della Premier League il campionato che ha speso di più nella storia di questo sport. L'Italia, con 706 milioni di euro, precede la Germania, che ha speso 541 milioni, e perfino la Spagna, che ne ha sborsati soltanto - si fa per dire - 458. Tutto bene, dunque? A guardare gli stadi si direbbe di no...

La passione oltre ogni confine: count down iniziato per l’evento più importante di questo 2016 organizzato dalla Onlus DD Diversamente Disabili. Trenta piloti disabili provenienti da Colombia, Francia, Belgio, Inghilterra e Italia si sfideranno questo weekend sul tracciato del Mugello per la 3° edizione della Dream World Bridgestone Cup, l’appuntamento internazionale dedicato al motociclismo paralimpico.

L'Italia ha concluso con un bottino complessivo di 28 medaglie. Non manca il rammarico per le troppe medaglie «di legno», ovvero quei tanti quarti posti (ben dieci) che non hanno portato medaglie ma rappresentano comunque un segnale incoraggiante da cui ripartire. Nove gli atleti toscani sul podio per undici medaglie (4 ori, 4 argenti e 3 bronzi).

Dopo quello del 2 luglio la contrada della Lupa, sempre con il cavallo Preziosa Penelope, montato da Jonathan Bartoletti detto «Scompiglio», ha vinto anche il Palio dedicato alla Madonna dell’Assunta, corso stasera in Piazza del Campo, a Siena. 

Non finisce di stupire l’Italia del tiro, i cui protagonisti sono per la maggior parte toscani. Dopo l'oro di Diana Bacosi (nata a Città della Pieve, ma cresciuta e residente a Cetona), ieri sera è arrivato un altro oro nello skeet dal giovanissimo Gabriele Rossetti, 21 anni di Ponte Buggianese, alla sua prima olimpiade. Ma anche il nuoto ci regala emozioni con il livornese Gabriele Detti al suo secondo bronzo, nei 1500 sl vinti da Paltrinieri.