Sport
stampa

Mondiali arco tiro di campagna 2017, la prima volta della Toscana

Toscana ancora una volta palcoscenico per manifestazioni sportive di livello internazionale. Torna un campionato mondiale a distanza di 4 anni da quelli di ciclismo: tra due anni, nel 2017, sarà la volta dell'arco tiro di campagna, evento che Firenze ospiterà dal 17 al 24 giugno.

Percorsi: Sport - Toscana
Parole chiave: arco tiro di campagna (1)

La FIARC, la Federazione Italiana Arcieri Tiro di Campagna, dopo aver ottenuto l'assegnazione dell'edizione 2017 dall'IFAA (International Field Archery Association), ha deciso di scegliere la candidatura di Firenze, che ha battuto in volata quelle di Bolzano, Bergamo e Trento.

"Un altro Mondiale – ha detto Stefania Saccardi in conferenza stampa – a breve distanza da quello di ciclismo. Un altro appuntamento sportivo di livello internazionale per una disciplina considerata di nicchia ma che riesce, per la sua spettacolarità e per il suo valore rievocativo, ad attirare tanti appassionati e sportivi. Tanti gli atleti previsti in arrivo tra due anni, ma anche tante famiglie ed accompagnatori che ci daranno, se ce ne fosse ancora bisogno, l'opportunità di proiettare nel mondo l'immagine di una regione fatta di ricchezze turistiche, paesaggistiche e culturali. Siamo molto soddisfatti – ha concluso Saccardi - perché proseguiamo nella direzione di fare della Toscana un polo attrattivo per lo sport di livello e per far conoscere, specie ai più giovani, altre discipline oltre al calcio".

"Due gli aspetti fondamentali – ha spiegato Alessandro Salvanti presidente FIARC - che ci hanno convinto ad assegnare il Mondiale alla Toscana: la capacità attrattiva di Firenze e della Toscana ed il coinvolgimento delle istituzioni che hanno appoggiato fin dai primi passi questa candidatura. Vedendo le esperienze delle edizioni più recenti, spesso svolte in località anche molto lontane e di montagna, la media di arcieri partecipanti si è aggirata sulle 1000 unità. Considerate le caratteristiche di Firenze contiamo di averne molti di più: nelle 5 giornate di competizioni stimiamo una presenza di circa 1400 arcieri e di oltre 2500 persone in totale compresi accompagnatori e famiglie".

I World Bowhunter Championships (in sigla WBHC), dei quali quest'anno si terrà la 14a edizione in Ungheria a Godollo, sono già stati ospitati dall'Italia due volte, entrambe in Lombardia: nel 1989 a Bormio (quell'anno fu la prima edizione dei Mondiali di questa specialità) in provincia di Sondrio e nel 2003 a Castione della Presolana, in provincia di Bergamo. In Italia i tesserati della FIARC sono oltre 7000, iscritti a più di 250 associazioni; in Toscana ce ne sono circa 1000 (prima regione per numero di tesserati è la Lombardia) affiliati a 35 compagnie sparse un po' ovunque. A livello mondiale si contano circa 50 mila arcieri nei 46 paesi membri dell'IFAA.

L'organizzazione del WBHC 2017, che si articolerà su tre tipologie di gara su sagome di animali tridimensionali, è stata assegnata alla Compaginia Arcieri della Concordia che ha la sua sede a Firenze e della quale fanno parte un centinaio di arcieri. Otto saranno i campi di tiro: 3 nel Parco Mediceo di Pratolino (a Vaglia) e 5 sulle colline di Doccia (vicino Pontassieve). La cerimonia di aperturà si svolgerà nel centro storico di Firenze, con sfilata di di figuranti in abiti medievali e le delegazioni degli arcieri dei vari paesi partecipanti mentre quella di chiusura è prevista all'ObiHall.

Fonte: Comunicato stampa
Mondiali arco tiro di campagna 2017, la prima volta della Toscana
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento