Sport
stampa

Siena: trionfo della Selva nel Palio dell’Assunta

 

La contrada della Selva, con il fantino Giovanni Atzeni detto Tittia sul forte cavallo Polonski, ha trionfato ieri sera al palio dell’Assunta, rinviato di un giorno a causa del maltempo. Tra le nove contrade rivali presenti in Piazza del Campo, la Selva era l'unica che non aveva la «nemica». La Selva è scattata subito in testa, inseguita per il primo giro dalla Lupa, e poi per il secondo dall'Oca, giunta all’arrivo con il cavallo scosso.

Percorsi: Siena - Sport
Parole chiave: Palio (33)
Il momento della vittoria della Selva

L'ultima vittoria della contrada risaliva al 2 luglio 2010, mentre per il fantino, nativo di Nagold in Germania (30 anni), Giovanni Atzeni, si tratta della quinta affermazione in 24 palii corsi: l'ultimo successo risaliva all'agosto 2013 quando vinse per i colori dell'Onda. Nel palio del 2 luglio era stato invece disarcionato da un altro fantino. Per il cavallo Polonski, alla quinta partecipazione alla carriera senese, è la prima vittoria.

Nonostante le nove rivalità presenti, sulle dieci contrade partecipanti, la mossa è stata piuttosto rapida, con due partenze chiamate false dal mossiere, Bartolo Ambrosione, prima dell'ingresso della contrada dell'Onda dalla posizione di rincorsa.

All'ultima curva del Casato il cavallo della Torre, Roba e Macos ha avuto un problema e il suo fantino lo ha prontamente fermato: le condizioni fisiche dell'animale non desterebbero però preoccupazioni per la sua salute.

A fine corsa, i contradaioli di Onda e Torre, due tra le nove storiche rivalità presenti in Piazza, si sono fronteggiati fisicamente per alcuni minuti rendendo necessario l'intervento delle forze dell'ordine per dividere le due fazioni contrapposte.

Siena: trionfo della Selva nel Palio dell’Assunta
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento