Papa, udienza: missionari di speranza, con un pezzo di cielo in più

Il cristiano non è un profeta di sventura, perché il suo annuncio è l’opposto: è Gesù, morto per amore e che Dio ha risuscitato a Pasqua. E questa speranza che viene da Cristo va testimoniata con i fatti e con la vita, amando anche quando non sembrano più esserci ragioni. Lo ha sottolineato Papa Francesco nella catechesi dell’udienza generale, tenuta in piazza San Pietro davanti a fedeli venuti da tutto il mondo, sul tema “missionari di speranza oggi”.