Province

stampa

Il territorio della provincia di Siena si estende per 3821,22 kmq dalle valli dei fiumi Elsa e Ombrone e dalla regione agraria del Chianti fino ai monti Amiata e Cetona, per la massima parte sulle colline interne (92,9 %) e in piccola parte sulla montagna (7,1 %).

La provincia di Prato, istituita con decreto legislativo del 27 marzo 1992, si estende per 365,26 kmq, occupando una striscia di territorio montuoso, collinare e di pianura che va dall'Appennino al Valdarno Inferiore, delimitato a est dai monti della Calvana e dal confine comunale con Campi Bisenzio e a ovest dai corsi dei torrenti Limentra, Agna e Ombrone; confina con le province di Firenze, Pistoia e Bologna.

Il territorio della provincia di Pistoia si estende per 964,98 kmq nella parte centro-settentrionale della regione e confina con le province di Prato, Firenze e Lucca e a nord con l'Emilia Romagna. Esso è composto in prevalenza da terreno montuoso (oltre la metà della provincia) e collinare.

Il territorio della provincia di Pisa si estende per 2.448,18 kmq nella Toscana occidentale fra le province di Lucca a nord, di Firenze a est e a nord-est, di Siena a sud- est, di Grosseto a sud e di Livorno a ovest.

Il territorio della provincia di Massa-Carrara si estende per 1156,70 kmq e non presenta caratteri fisici unitari. Vi si possono infatti distinguere: la stretta e breve fascia litoranea tra il Cinquale e Marina di Carrara; il bacino interno della Lunigiana che comprende l'alta e la media valle del Magra; la zona dei rilievi appenninici e apuani.

La provincia di Lucca si estende per 1772,81 kmq dall'Appennino tosco-emiliano al mar Tirreno e dal passo del Cerreto alla pianura dell'Arno. La fascia costiera comprende il litorale versiliese tra Forte dei Marmi e Torre del Lago Puccini. Alle spalle del retroterra litoraneo si eleva la parte più aspra delle Alpi Apuane.

Il territorio della provincia di Livorno si estende per 1212,81 kmq lungo la costa tirrenica, dai margini meridionali della piana dell'Arno fino al promontorio di Piombino, ed è costituito da una sezione di terraferma e da una insulare.

Il territorio della provincia di Grosseto, la più vasta della Toscana, si estende per 4504,20 kmq tra i rilievi antiappenninici e il mare, nella parte sud-occidentale della regione, e presenta una parte montuosa (32%), una collinosa (42%) e una pianeggiante (26%), nonché uno sviluppo costiero di circa 130 km compreso tra il golfo di Follonica e il Monte Argentario.

Il territorio della Provincia di Firenze si estende per 3.514,38 kmq fra l'Appennino emiliano-romagnolo tra il passo della Futa e il monte Falterona a nord, e il Pratomagno e le propaggini settentrionali dei monti del Chianti a est, le valli della Pesa e dell'Elsa a sud, la valle dell'Egola, il Valdarno Inferiore e i monti della Calvana a ovest.

La provincia di Arezzo si estende per un'area di 3.231,95 kmq, dal Falterona alla riva settentrionale del lago Trasimeno e dai monti del Chianti al versante orientale dell'Alpe della Luna.