Toscana
stampa

Agata Smeralda: donati 30 mila euro in Uganda e altri 30 mila a Massaranduba nella Bahia

Prosegue il lavoro del Progetto Agata Smeralda in tutto il mondo in nome dei diritti e della dignità umana, un lavoro fatto di aiuti concreti e non solo di belle intenzioni: due nuovi contributi economici, per un totale di 60mila euro, sono stati consegnati nei giorni scorsi dall’Associazione fiorentina.

Parole chiave: agata smeralda (12)

Il primo contributo, tramite la Caritas Diocesana, è andato in Uganda all’ospedale di Aber: 30mila euro destinati al reparto di maternità di questa struttura alla quale si rivolgono principalmente i poveri. Per una vasta zona del paese africano si tratta di un servizio unico ed essenziale che consente di salvare la vita a molte donne e a tanti bambini. Proprio per questo già nei due anni passati Agata Smeralda ha inviato somme analoghe all’ospedale africano. 

“Da anni la nostra Associazione ha uno slogan nel quale crede fermamente: diritti umani, non solo parole – spiega il Presidente Mauro Barsi – perché siamo convinti che le parole siano importanti solo quando spingono ad operare concretamente. Non a caso abbiamo fatto queste donazioni in concomitanza con il 10 Dicembre, Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Come spesso accade – prosegue Barsi – tanto inchiostro e tante parole sono state dedicate a questo importante documento, ma senza un impegno concreto per debellare la povertà e far vincere sempre la vita e la dignità umana”. 

In nome di questa concretezza l’Associazione ha destinato 30mila euro anche ai missionari fiorentini Don Luca Niccheri e Don Paolo Sbolci per le necessità dei bambini accolti nella scuola di Beija Flor, situata nella favela poverissima di Massaranduba a Salvador Bahia: “Senza nessuna presunzione e coscienti dei nostri limiti, siamo impegnati da quasi un quarto di secolo nelle favelas brasiliane e nelle baraccopoli di varie parti del mondo per rendere fattivo l’impegno per la vita. Tra non molto è Natale – afferma Barsi – e la luce che emana dalla grotta di Betlemme deve aiutarci a comprendere che il vero volto di Gesù non è quello che vediamo nelle opere d’arte, ma è quello delle tantissime creature che sono calpestate nella loro dignità”

Fonte: Comunicato stampa
Agata Smeralda: donati 30 mila euro in Uganda e altri 30 mila a Massaranduba nella Bahia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento