Toscana
stampa

Al via da Firenze il concorso internazionale per la ristrutturazione di tre ostelli d’Europa

Tre strutture ricettive, tre città diverse, 380 camere tra Italia, Germania e Repubblica Ceca. Fondazione Architetti Firenze e gruppo ECV lanciano la sfida ai professionisti del settore. 15mila euro per il primo classificato, oltre a progettazione e direzione artistica dei lavori. Candidature entro il 31 maggio

Percorsi: Firenze - Giovani
Parole chiave: berlino (1), praga (1)
Al via da Firenze il concorso internazionale per la ristrutturazione di tre ostelli d’Europa

Parte da Firenze il concorso internazionale per la ristrutturazione di tre ostelli d’Europa: in palio un premio da 15mila euro e l’affidamento diretto della progettazione complessiva e la direzione artistica delle 380 camere e degli spazi comuni delle tre strutture ricettive di proprietà del gruppo ECV a Firenze, Praga e Berlino. Un progetto del valore complessivo stimato in 2,3 milioni di euro.

“Siamo felici di sostenere un concorso internazionale – dichiara Tommaso Rossi Fioravanti, Presidente Fondazione Architetti Firenze – per la realizzazione di un progetto così importante e siamo sempre più convinti che anche le pubbliche amministrazioni dovrebbero scegliere questa strada per selezionare le competenze migliori e dare un’opportunità ai giovani professionisti intanto il mio plauso va alla lungimiranza del Gruppo ECV che ha saputo capire l'enorme valore aggiunto che questo concorso porterà alla nuova immagine dei loro ostelli. Speriamo che anche altri privati si rivolgano a noi per portare avanti questa pratica virtuosa”.

“Tutti gli ostelli – commenta Domenico Montano, portavoce per il bando indetto dal gruppo ECV – nascono e si sviluppano con lo stesso principio di base: offrire un luogo di vacanza in sintonia con i valori del gruppo e coerente con il territorio in cui si trova, proponendo sempre un servizio di qualità a prezzi contenuti. Sono luoghi di intreccio e scambio, che incontrano il favore di un pubblico trasversale per età e disponibilità di spesa, estraneo a certi status symbol. Il bando è solo la prima di tante attività che si inseriscono all’interno di un progetto di comunicazione più complesso e articolato, il cui obiettivo è quello di posizionarsi in un segmento di mercato molto specifico che, pur con grandi numeri, è ancora fondamentalmente inesplorato dal punto di vista della comunicazione e delle politiche di branding sul mercato italiano”.

Il concorso è in due fasi. La prima prevede la presentazione delle candidature da parte di architetti e ingegneri iscritti nei rispettivi ordini professionali o registri professionali dei paesi di appartenenza, abilitati all’esercizio della professione. Le tavole progettuali dovranno pervenire entro il 31 maggio 2017 e basarsi su due camere “tipo” dell’Ostello di Firenze, da 2 e 4 posti letto e sulla Hall dell’Ostello di Berlino, rappresentativa degli spazi comuni delle tre strutture.

In questa fase saranno selezionati cinque progetti: entro il 15 settembre 2017 sarà decretato il vincitore, che sarà premiato con 15mila euro e l’affidamento dell’incarico. Agli altri quattro progetti finalisti verranno assegnati premi, in proporzione ai punteggi ottenuti nella graduatoria finale, per un totale di 11mila euro.

Il progetto dovrà conferire un'immagine unitaria agli ostelli, valorizzando un modello di ospitalità semplice e accogliente, un servizio di qualità a prezzi contenuti, dedicato a un pubblico trasversale per età e disponibilità di spesa, non più rivolto solo ai giovani, ma a famiglie, viaggiatori solitari e non, alla ricerca di un rapporto umano diverso con gli altri ospiti e i gestori della struttura in cui alloggiano.

La giuria sarà composta da: Domenico Montano, rappresentante E.C.V., con funzioni di Presidente; Laura Bastianini, Architetto, consulente tecnico E.C.V.; Stefan Rier, (NOA), Architetto, designato dall’Ordine degli Architetti P.P.C. di Firenze; Pierangelo Orecchioni, (STUDIO 63) Architetto, designato dall’Ordine degli Architetti P.P.C. di Firenze; Tommaso Rossi Fioravanti, Architetto, Presidente della Fondazione Architetti di Firenze; Coordinamento a cura dell’Arch. Jacopo Favara.

Fonte: Comunicato stampa
Al via da Firenze il concorso internazionale per la ristrutturazione di tre ostelli d’Europa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento