Toscana
stampa

Ambiente: in Toscana impianto per trattare 15 mila tonnellate plastica

Un impianto di riciclaggio in grado di trattare 2500-3000 chili l'ora di materiali plastici, ovvero 15mila tonnellate di plastiche l'anno. E' il nuovo investimento di Revet Recycling, realizzato con un investimento di 5,1 milioni di euro a Gello di Pontedera (Pi).

Percorsi: Regione - Rifiuti - Toscana

Revet Recycling è la prima realtà industriale in Italia che è riuscita a sostituire la materia vergine anche in prodotti di alta gamma, come i particolari per l'automotive, o i casalinghi o gli arredi urbani (i riprodotti in Toscana). Dal punto di vista occupazionale il nuovo impianto di granulazione delle plastiche miste impiegherà a regime circa 10 dipendenti. Nell'impianto le plastiche miste vengono innanzitutto triturate, poi selezionate due volte e compattate. A questo punto il materiale è pronto per essere riciclato. Le plastiche vengono quindi densificate e fuse, ed infine, una volta raffreddato e solidificato il materiale, viene ridotto alla dimensione voluta (granuli di diametro inferiore ai 3 mm.), pronto per essere impiegato in cicli produttivi di manufatti.

«Con l'impianto che è stato inaugurato oggi, Revet Recycling potrà gestire tutte le fasi industriali necessarie per riciclare le plastiche miste delle raccolte differenziate toscane selezionate da Revet. Un obiettivo importante, che permette di recuperare la frazione più critica, ovvero le plastiche miste, ma che apre anche la strada a nuove opportunità nel settore del riciclo, coniugando questo valore alla sostenibilità ambientale», ha commentato l'assessore regionale all'ambiente e all'energia, Anna Rita Bramerini.

Fonte: Asca
Ambiente: in Toscana impianto per trattare 15 mila tonnellate plastica
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento