Toscana
stampa

Careggi, Meyer e ospedali della Asl 10: in estate disponibili 9 posti letto su 10

Dei circa 2.429 posti letto di cui dispongono tutti gli ospedali fiorentini – quelli di Careggi, del Meyer e dei 6 ospedali dell’Azienda sanitaria di Firenze – in estate è come se ne mancassero solo 197, l’8,2%. 

Percorsi: Firenze - Sanità
Parole chiave: careggi (6), meyer (35), ospedali (43), posti letto (2)
Careggi, Meyer e ospedali della Asl 10: in estate disponibili 9 posti letto su 10

Una scrupolosa organizzazione e la disponibilità del personale sanitario nell’organizzazione dei turni, consente di tenere aperti i reparti di degenza al 91,8% nei 4 mesi, fra il 1 giugno e il 30 settembre, in cui solitamente si va in vacanza, con una disponibilità di 2.231 posti letto.

Ci sono naturalmente le settimane più calde, ma i piani ferie delle due Aziende ospedaliere universitarie e dell’Azienda sanitaria territoriale che gestisce Santa Maria Nuova, Torregalli, Ponte a Niccheri, il Palagi, il Serristori a Figline e l’ospedale di Borgo San Lorenzo, consentono di garantire ai fiorentini un’estate sicura.

Dal 1 giugno al 30 settembre ci sono 122 giorni durante i quali nei 2.429 posti letto di tutti gli ospedali fiorentini potrebbero essere ricoverate 296.338 persone, supponendo che per ogni posto ci fosse ogni giorno un paziente. Considerate le giornate di chiusura dei singoli reparti, la disponibilità complessiva è di 272.182 giornate/posto letto, il 91,8% dell’offerta potenziale a regime ordinario.

Omogenee le percentuali suddivise tra le 3 Aziende: Careggi ha una disponibilità del 91,7%, il Meyer del 96,3%, gli ospedali dell’Azienda sanitaria di Firenze nel loro complesso del 91,3%.

Ma ecco nel dettaglio il quadro:

L’Azienda sanitaria di Firenze

La riduzione dei posti letto durante i mesi estivi nei 6 ospedali dell’Azienda sanitaria di Firenze – Santa Maria Nuova, San Giovanni di Dio, Santa Maria Annunziata, Borgo, Figline e l’ex Iot Palagi – è dell’8,7%, con una possibilità di ricoveri, cioè, del 91,3% rispetto alla situazione ordinaria negli altri mesi dell’anno. I 919 posti letto presenti nei 6 ospedali, infatti, nei 122 giorni di giugno, luglio, agosto e settembre consentirebbero complessivamente, se non ci fosse alcuna chiusura, 112.118 ricoveri che scendono a 102.383 in virtù di chiusure diversificate presidio per presidio.

All’ospedale di Borgo, per esempio, c’è una riduzione di posti letto appena del 5,8%, del 6,5 a Torregalli, dell’8 all’Annunziata e la disponibilità rispetto alla normalità negli altri tre ospedali è dell’81,9% all’ex Iot, dell’86,4 al Serristori di Figline e dell’89,6% al centralissimo Santa Maria Nuova.

Il periodo di maggior concentrazione delle riduzioni, naturalmente, è quello intorno a ferragosto. Nella decade fra l’11 e il 20 agosto ci saranno 37 posti letto in meno, su un totale di 297, all’Annunziata, 23 su 70 al Serristori, 19 nell’ospedale del Mugello che a regime ne conta in tutto 123, appena 18 a Santa Maria Nuova su un totale di 120, 40 a Torregalli il cui standard è 283 e 21 all’Iot. In quest’ultimo – che non è comunque un ospedale di degenza e ricovero, ma di elezione programmata – la chiusura è completa ma limitata ai giorni dal 10 al 23 agosto.

Azienda ospedaliero universitaria Careggi

L’Azienda Ospedaliero – Universitaria Careggi nel periodo estivo 1 giugno - 30 settembre avrebbe garantito, in assenza di modulazioni, 162.504 giornate di attività sui 1.332 posti letto costituenti la dotazione complessiva, incluse 48 culle. Stanti le modulazioni estive, nel periodo è stato programmato di erogare 148.967 giornate, come se l’ospedale passasse da 1.332 a 1.221 letti complessivi. La conseguente flessione di attività nel periodo estivo è dell’8,3%, ovvero i reparti di Careggi globalmente considerati restano aperti al 91,7%. La modulazione interessa quasi esclusivamente le attività di ricovero programmato, le degenze week hospital e week surgery, i day hospital e day surgery, normalmente attive su 5 giorni a settimana, mentre preserva le terapie intensive, le degenze cardiologiche e oncologiche, le degenze internistiche, chirurgiche e traumatologiche che accolgono i pazienti ricoverati dopo accesso al Pronto Soccorso, come anche le degenze ostetriche. Come negli anni scorsi, la flessione di alcune degenze costituisce occasione per condurre interventi migliorativi impiantistici ed edilizi nei settori coinvolti dalle modulazioni.

Azienda ospedaliero universitaria Meyer

Durante l’estate all’Ospedale pediatrico Meyer restano aperti 9 letti (9,6 letti medi ad essere precisi) su 10. Così è possibile riassumere la disponibilità ordinaria all’ospedale pediatrico di Firenze nel periodo racchiuso tra il 1° giugno al 30 settembre che normalmente dispone di 178 posti letto in regime di ricovero ordinario dei quali nel periodo estivo 171,41 restano pronti ad accogliere i piccoli pazienti. Il dato è in miglioramento rispetto allo scorso anno quando era rimasto aperto il 95,52%. In particolare, saranno disponibili 17 letti (17,62 letti medi) su 19 in Week Hospital, area riservata ai ricoveri brevi); quasi 24 (23,93 letti medi per la precisione) su 26 delle degenze di Chirurgia; 26 (26,62 medi) su 28 delle Neuroscienze e 20 su 23 della Pediatria B. Non subiranno riduzioni la Pediatria A, la Neuropsichiatria infantile, la Terapia intensiva neonatale, l’Oncoematologia con la sezione Trapianti midollo osseo, la Rianimazione e la Terapia sub intensiva. Il Pronto Soccorso continuerà a funzionare a pieno regime.

Fonte: Comunicato stampa
Careggi, Meyer e ospedali della Asl 10: in estate disponibili 9 posti letto su 10
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento