Toscana
stampa

Casa: nel 2012 la Regione ha aiutato 462 inquilini morosi «incolpevoli»

Sono stati 462 gli interventi effettuati dalla Regione nel 2102 a sostegno degli inquilini morosi 'incolpevolì, ovvero di quelle famiglie toscane che si sono trovate in difficoltà per il pagamento dell'affitto per vari motivi: perdita del lavoro, messa in mobilità o in cassa integrazione, chiusura dell'attività, malattia grave, infortunio o decesso di un familiare.

Percorsi: Casa - Crisi - Regione

Le risorse utilizzate - spiega una nota della Regione - a fronte dei 4 milioni che la Regione ha messo a disposizione, sono state quasi 2 milioni e mezzo di euro, oltre il 60%. Il residuo, circa 1 milione e mezzo di euro, sarà sommato ai 4 milioni di euro che sono stati messi a disposizione anche per il 2013. «E' un provvedimento - ha spiegato l'assessore al welfare Salvatore Allocca - che non ha riscontri nelle altre Regioni e che la Toscana ha deciso di adottare proprio per venire incontro a situazioni di difficoltà, spesso drammatiche, accentuate, oltre che da una condizione generale che ha aumentato il divario sociale, anche da un disimpegno progressivo del governo nazionale in materia di sostegno agli affitti. Nel 2012 la misura è stata di tipo sperimentale e ci ha permesso di scongiurare oltre 450 sfratti». «Adesso - ha concluso - grazie ai suggerimenti e alle criticità riscontrate e segnalate dai soggetti gestori Erp dopo il primo anno di sperimentazione, abbiamo apportato alcune modifiche al regolamento per l'accesso e la gestione del fondo che garantiranno maggior efficienza e tempestività nell'erogazione alle risorse».

Fonte: Asca
Casa: nel 2012 la Regione ha aiutato 462 inquilini morosi «incolpevoli»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento