Toscana
stampa

Coldiretti: in Toscana la lotta agli sprechi alimentari con la spesa a «km 0»

Gli sprechi alimentari costano all’Italia 12,5 miliardi che sono persi per il 54 per cento al consumo, per il 21 per cento nella ristorazione, per il 15 per cento nella distribuzione commerciale, per l’8 per cento nell’agricoltura e per il 2 per cento nella trasformazione. E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare positivamente la nuova legge contro gli sprechi alimentari per contribuire a raggiungere nel 2016 l’obiettivo di ridurre gli sprechi alimentari in Italia di un milione di tonnellate. 

Parole chiave: sprechi alimentari (1)
Coldiretti: in Toscana la lotta agli sprechi alimentari con la spesa a «km 0»

Un target raggiungibile anche grazie alla maggiore sensibilità con il 53% degli italiani che - sottolinea la Coldiretti - ritiene infatti che il contenimento degli sprechi alimentari dipenda soprattutto dalle scelte dei consumatori con il 46% che sostiene possano essere combattuti con una migliore pianificazione della spesa. 

La situazione resta tuttavia grave ed in media – continua la Coldiretti - ogni italiano ha buttato nel bidone della spazzatura ben 76 chili di prodotti alimentari durante l’anno. 

“Da questo punto di vista possiamo dire che la prima lotta allo spreco si fa con l’acquisto consapevole. – A dirlo è Tulio Marcelli, Presidente di Coldiretti Toscana – L’acquisto di prodotti alimentari “a chilometri zero” nei mercati di Campagna Amica e direttamente nelle Aziende agricole, che ha visto nel corso di questi anni un notevole incremento, rappresenta un contributo determinante al contenimento degli sprechi alimentari”.

Il boom della vendita diretta in Toscana ha numeri di tutto rilievo con circa 100 Mercati Campagna Amica e oltre 1000 aziende che fanno vendita diretta come Punto Campagna Amica.

La nuova legge rafforza il lavoro di contrasto facendo crescere la consapevolezza dei consumatori rispetto alle abitudini alimentari, semplifica le donazioni per le aziende e per la prima volta anche per l'agricoltura svolge un ruolo da protagonista, attraverso le donazioni dirette agli indigenti. 

“Con l’acquisto di prodotti a chilometri zero, oltre a garantire freschezza e salubrità che garantiscono una più lunga durata al nostro cibo – dichiara Antonio De Concilio, Direttore di Coldiretti Toscana – si da un segnale di attenzione al proprio territorio, alla tutela dell’ambiente e del paesaggio che ci circonda, ma anche un sostegno all’economia e all’occupazione locale”.

Fonte: Comunicato stampa
Coldiretti: in Toscana la lotta agli sprechi alimentari con la spesa a «km 0»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento