Toscana
stampa

Corcordia: il Consiglio dei ministri ha deciso, il relitto andrà a Genova

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la delibera che sancisce l’approvazione del progetto di rimozione del relitto della motonave Costa Concordia dall’isola del Giglio ed il suo trasferimento presso il porto di Genova.

Percorsi: Giglio - Governo - Mare - Piombino - Toscana
Parole chiave: costa concordia (59), naufragio concordia (144)

La decisione ha reso necessario il pronunciamento del Consiglio dei Ministri poiché nella conferenza di servizi  appositamente convocata l’ accordo è stato votato a larga maggioranza, ma non all’unanimità.

Il Consiglio  ha approvato il progetto per il trasferimento e lo smaltimento del relitto della nave Costa Concordia, proposto dalla Costa Crociere SpA con le prescrizioni assunte dalla stessa Conferenza dei servizi, allo scopo di allontanare il relitto dall’Isola del Giglio  entro il mese di luglio e di avviare lo smantellamento del relitto nel più breve tempo possibile.

La delibera consente di arrivare ad un determinante passaggio della complessa procedura che ha visto impegnata la Protezione civile a seguito del naufragio avvenuto nel gennaio del 2012.

Il  presidente della Provincia di Grosseto Marras: «Non condividiamo né scelta né motivazioni, ma collaboreremo lealmente sul piano istituzionale. Priorità è la rimozione, ma in questa vicenda i pubblici poteri hanno abdicato alla propria missione».

Corcordia: il Consiglio dei ministri ha deciso, il relitto andrà a Genova
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento