Toscana
stampa

Elezioni regionali: nasce Area popolare alternativa a Enrico Rossi

«Noi vogliamo fare un accordo con chi è alternativo a Enrico Rossi che non più tardi di poche settimane fa si è autodefinito 'comunista democratico'». Lo ha detto il sottosegretario alla pubblica Istruzione Gabriele Toccafondi e coordinatore regionale Ncd, in occasione della nascita di «Area popolare» in Toscana

Percorsi: Elezioni - Politica
Parole chiave: gianni lamioni (1), gabriele toccafondi (11)

L'aggregazione vede insieme in Toscana Udc e Ncd in vista delle prossime elezioni regionali. In Toscana, «patria» di Matteo Renzi, secondo Toccafondi, «il Pd ha poco di riformismo, i rottamatori non si sono visti, non hanno rottamato niente puntando invece su Rossi». La nuova formazione che vede in Gianni Lamioni, «un buon nome» su cui puntare per la carica di presidente, «è alternativa alla sinistra, al Pd e a Rossi» e quindi è pronta «a dialogare con tutti quelli che hanno intenzione di costruire qualcosa in Toscana».

«Abbiamo iniziato a discutere, dobbiamo costruire un tavolo di idee» ha continuato il sottosegretario che considera importante che il fatto che Forza Italia abbia accettato di non imporre un candidato «ma si sia scelta la strada di guardare ad esponente civici. Questa è una novità» ha detto ancora riferendosi a Lamioni. «Noi siamo contenti che un imprenditore e presidente di un'importante Camera di Commercio si sia detto disponibile, e con lui inizieremo a discutere».

Più facile, per Toccafondi farlo a livello nazionale e locale con Fi, «che si riconosce nei valori del centrodestra e del Partito popolare europeo», più difficile con la Lega di Matteo Salvini. «Ma noi siamo per costruire l'alternativa - ha concluso - che da sola non arriva».

Elezioni regionali: nasce Area popolare alternativa a Enrico Rossi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento