Toscana
stampa

Farmaci: domani 13 febbraio raccolta per chi non può pagarli

Presentata la giornata di raccolta del farmaco organizzata dal Banco Farmaceutico. Il presidente Giani: «La solidarietà in Toscana è un fondamento per garantire la sanità migliore». Il vicepresidente Stella: «Un gesto semplice, che segna l’appartenenza alla comunità»

Farmaci: domani 13 febbraio raccolta per chi non può pagarli

Anche i quaranta consiglieri regionali della Toscana sono stati invitati a recarsi in farmacia e ad acquistare un farmaco da donare ai volontari. Lo hanno spiegato il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani e il vicepresidente Marco Stella, intervenuti stamattina alla conferenza stampa di presentazione della giornata di raccolta del farmaco.

La giornata di raccolta, organizzata dalla fondazione onlus Banco Farmaceutico per sostenere chi non può curarsi con i propri mezzi, è giunta con successo crescente alla sedicesima edizione. Si svolgerà domani, sabato 13 febbraio 2016, in 10 province e 64 comuni della Toscana, come nel resto d’Italia. Durante tutta la giornata, presso le 171 farmacie che aderiscono all’iniziativa, sarà possibile acquistare farmaci da automedicazione, che saranno raccolti dai volontari e donati alle persone prive di risorse e in stato di povertà, che non possono permettersi l’acquisto di medicinali.

“Si tratta di un’iniziativa lodevole, che sosteniamo più che volentieri – ha spiegato il presidente Giani -. In Toscana da sempre cerchiamo di organizzare una sanità che sia un punto di riferimento per i cittadini e in cui la solidarietà svolge un ruolo fondamentale. Questa volta vengono coinvolte le farmacie, che fin dall’epoca dell’Italia rurale svolgono un ruolo di presidio sociale, in cui gli utenti trovano cura e risposte alle loro domande”. “Donare un farmaco a chi non ha i soldi per curarsi – ha aggiunto il vicepresidente Stella – è un dovere morale, è un gesto semplice ma importante, che segna il senso di appartenenza a una comunità”.

Alla conferenza stampa è intervenuto anche il delegato territoriale di Banco Farmaceutico a Firenze Luigi Cammi. Cammi ha spiegato che in Toscana è  aumentata del 19,4 per cento rispetto allo scorso anno la richiesta di farmaci da parte degli 83 enti toscani, convenzionati con il Banco Farmaceutico, che assistono persone in stato di disagio economico e sociale. “La crisi purtroppo, come evidenziano i dati, sta colpendo ancora la nostra regione – ha detto Cammi -, lasciando sempre più famiglie e anziani in difficoltà. Sono certo che anche quest’anno i cittadini toscani dimostreranno la loro grande generosità”. 

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito www.bancofarmaceutico.org.

Fonte: Comunicato stampa
Farmaci: domani 13 febbraio raccolta per chi non può pagarli
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento