Toscana
stampa

Forum mondiale Unesco: cultura e sviluppo sostenibile nella «Dichiarazione di Firenze»

Oltre 300 i partecipanti da tutto il mondo, 140 giornalisti, 20 incontri, 90 interventi, due tavole rotonde e una mostra in tre giorni. Sono questi i numeri del terzo Forum mondiale dell’Unesco che si è svolto a Firenze dal 2 al 4 ottobre  co-organizzato da Unesco, dal Governo italiano, dalla Regione Toscana e dal Comune di Firenze.

Percorsi: Cultura - Firenze - Unesco

Il forum, dedicato al tema della Cultura, creatività e sviluppo sostenibile si è concluso oggi con la presentazione della Dichiarazione di Firenze che propone dei mezzi efficaci per integrare la cultura nell’agenda di sviluppo post-2015 che sarà discussa l’anno prossimo nell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

La dichiarazione è stata resa pubblica alla presenza di Irina Bokova, direttore generale Unesco; Dario Nardella, sindaco di Firenze e Mario Giro, sottosegretario agli Affari Esteri.

“Vitalità culturale è sinonimo di innovazione e diversità – ha dichiarato Irina Bokova, direttore generale Unesco -. La cultura crea posti di lavoro, genera ricavi e stimola la creatività: è un vettore multiforme di valori e identità, nonchè una leva che promuove l'inclusione sociale e il dialogo”.

“Per includere pienamente la cultura come principio ispiratore di tutte le politiche di sviluppo – si legge nella Dichiarazione di Firenze - chiediamo ai Governi di garantire l'integrazione, nell'Agenda dello sviluppo post-2015, di specifici obiettivi e indicatori dedicati al contributo della cultura, in particolare nel quadro degli obiettivi proposti dal Gruppo di lavoro aperto delle Nazioni Unite sugli obiettivi di sviluppo sostenibile: riduzione della povertà, città sostenibili e urbanizzazione, istruzione di qualità, ambiente e cambiamento climatico, parità di genere e emancipazione femminile, inclusione sociale e riconciliazione”.

Tra i punti della “Dichiarazione di Firenze” quelli dedicati alla “piena e totale integrazione della cultura nelle politiche e strategie di sviluppo sostenibile a livello internazionale, regionale, nazionale e locale”; “ai sistemi di governance della cultura e della creatività devono rispondere alle esigenze e ai bisogni delle popolazioni” e tra le richieste della “dichiarazione” anche quella dedicata alle “aree urbane e rurali come laboratori viventi di sviluppo sostenibile”.

Forum mondiale Unesco: cultura e sviluppo sostenibile nella «Dichiarazione di Firenze»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento