Toscana
stampa

Fratres e Movimento Shalom insieme per promuovere un sano stile di vita

Le due Associazioni, nel rispetto della reciproca autonomia, hanno deciso infatti di collaborare reciprocamente per promuovere, sostenere e sviluppare iniziative volte ad educare le persone, in particolare di giovane età, alla cultura del volontariato anche come forma di tutela della salute individuale ed adozione di un sano stile di vita, sobrio e solidale

Percorsi: Giovani - Sanità - Volontariato
Parole chiave: movimento shalom (4), fratres (18)

Siglato importante accordo nel mondo del Volontariato Associazionistico: mercoledì 25 Settembre alle ore 11.00 presso la sede della Consociazione Nazionale dei Gruppi Donatori di Sangue Fratres a Firenze (Via Benedetto Dei n° 74/76), sarà presentato il protocollo di intesa nazionale tra Fratres e Movimento Shalom. Le due Associazioni, nel rispetto della reciproca autonomia, hanno deciso infatti di collaborare reciprocamente per promuovere, sostenere e sviluppare iniziative volte ad educare le persone, in particolare di giovane età, alla cultura del volontariato anche come forma di tutela della salute individuale ed adozione di un sano stile di vita, sobrio e solidale.

«Apprezzo da molto tempo l’opera del Movimento Shalom – afferma il Presidente Nazionale Fratres Luigi Cardini – avendo anche avuto modo di conoscerne il fondatore, Mons. Andrea Pio Cristiani, attualmente Parroco della Parrocchia Collegiata di San Giovanni Battista di Fucecchio (FI), mia città di nascita e di residenza. Sono convinto, stante anche l’affinità degli scopi istituzionali delle nostre due Associazioni, che questo protocollo di intesa favorirà la promozione di quella che è una delle più grandi opere di solidarietà: la donazione del sangue. Oggi più che mai c'è bisogno di coinvolgere i giovani facendo loro comprendere come donare il sangue sia, oltre che un gesto necessario, anche un segno di responsabilità verso il prossimo. Questo bene prezioso rappresenta infatti una risorsa indispensabile per la cura degli ammalati ed ognuno ha il dovere civico di contribuire affinché sia sempre disponibile in tutte le strutture sanitarie del Paese. Ogni giorno infatti in Italia circa 1.800 pazienti hanno bisogno di trasfusioni, per un totale di quasi 9.800 unità di sangue».

«La donazione di sangue - afferma mons. Andrea Pio Cristiani, fondatore del Movimento Shalom - è donare gratuitamente parte di noi stessi agli altri e questo riprende appieno la “mission” del MOVIMENTO SHALOM ONLUS. Tutte le iniziative realizzate e progettate sono rese possibili grazie alla donazione gratuita  del proprio tempo da parte dei volontari ed al sostegno economico di molti benefattori che, sia occasionalmente sia continuativamente, prestano attenzione al richiamo “gridato” dalla nostra Associazione in merito alle grandi ingiustizie e disparità che affliggono il nostro pianeta e sull’esigenza di formazione e cultura quali unici strumenti utili ad appianare queste differenze».

Ad ogni loro livello le due Associazioni collaboreranno per promuovere la donazione del sangue, aderire a progetti umanitari, anche a livello internazionale e favorire la partecipazione alle reciproche iniziative pubblicizzate sui siti istituzionali www.fratres.org e www.movimento-shalom.org

Fonte: Comunicato stampa
Fratres e Movimento Shalom insieme per promuovere un sano stile di vita
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento