Toscana
stampa

Lavori stagionali, operativo il protocollo contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura

Diventa operativo il protocollo contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura. L'intesa, firmata a fine ottobre scorso tra Regione, Direzione Interregionale Lavoro, INPS, INAIL, associazioni datoriali del settore agricole e i sindacati, prevede anzitutto l'attivazione, da parte dei Centri per l'Impiego regionali, di specifici elenchi di prenotazione per il settore agricolo nei quali possono confluire volontariamente tutti i lavoratori disponibili alle assunzioni o riassunzioni presso le imprese agricole.

Percorsi: Lavoro - Regione - Toscana
Lavori stagionali, operativo il protocollo contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura

"La Regione – commenta l'assessore al lavoro Cristina Grieco – conferma il suo impegno nell'attuazione delle misure previste dal Protocollo contro il caporalato, un fenomeno che va continuamente monitorato con un'azione congiunta istituzioni, imprese e sindacati. Gli elenchi sono stati concepiti proprio con gli obiettivi di disciplinare l'attività di incontro tra domanda e offerta di lavoro stagionale a tempo determinato in agricoltura e contrastare il mercato sommerso e di assicurare una banca dati di lavoratori del settore agricolo, immediatamente disponibili, anche in possesso di qualifiche specifiche, in modo da rendere sicure e fruibili le prestazioni in tale settore. Assicurano altresì il monitoraggio dell'andamento del lavoro stagionale a tempo determinato in agricoltura, anche in considerazione degli specifici fabbisogni di manodopera nelle diverse fasi lavorative".

Le offerte sono visibili ai cittadini su IDOLWEB, nella specifica sezione ‘Visualizza Elenco stagionale agricoltura'. I lavoratori interessati all'inserimento negli appositi elenchi, devono compilare il form previsto, allegare il proprio il CV, specificare i Comuni della Provincia presso i quali sono disponibili a lavorare, il possesso di patente e di eventuale mezzo proprio. I lavoratori non comunitari devono indicare anche la tipologia del permesso di soggiorno e la data di scadenza.

Le aziende agricole che ricercano personale da inserire nella propria azienda per attività generiche o qualificate possono rivolgersi al loro Centro per l'Impiego che pubblicherà l'offerta e presenterà in tempi ristretti una rosa di candidati in possesso dei requisiti richiesti. I Centri per l'impiego gestiranno tutte le operazioni di incontro fra domanda e offerta di lavoro al fine di garantirne efficienza e trasparenza.

Per maggiori informazioni: i cittadini possono rivolgersi al proprio Centro per l'Impiego – Ufficio preselezione; le aziende possono contattare il Numero Verde gratuito Regione Toscana Servizi alle Imprese 800.904.504, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.30.

Lavori stagionali, operativo il protocollo contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento