Toscana
stampa

Maltempo, a Carrara scuole chiuse e divieto di usare acqua dell'acquedotto per usi alimentari

È stato elevato fino a venerdì lo stato di allerta meteo a Carrara, dopo che il maltempo ha causato l’esondazione del Carrione, il fiume che scorre dalle Apuane al mare, e del Parmignola, un torrente a confine tra Toscana e Liguria.

Percorsi: Alluvioni - Lunigiana - Maltempo - Massa

Mentre il tempo ha dato un po’ di tregua, si cominciano a contare i danni. Che sono tanti ed ingenti. A Marina di Carrara i negozi sono invasi dal fango. Diverse aziende per la trasformazione del marmo sono bloccate. Le due persone che, questa mattina, erano state dichiarate disperse, sono state ritrovate. Alcune famiglie sono state evacuate, soprattutto nella zona di Marina di Carrara e di Avenza.

Il fiume di acqua e fango è fuoriuscito dal Carrione, dopo che è crollato un argine, lungo circa 200 metri e di recente costruzione. Anche il sistema fognario è andato in tilt e non è riuscito a contenere gli oltre 183 mm di pioggia caduti in poche ore. In diverse zone della città manca l’energia elettrica. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire con gli elicotteri e i gommoni per mettere in salvo decine di persone, che erano rimaste intrappolate nelle case o bloccate sui tetti. Per far defluire più rapidamente le acque direttamente in mare è stato abbattuto, al termine del Viale XX Settembre, un muro di contenimento del molo.

Il sindaco, Angelo Zubbani, ha firmato due ordinanze per la chiusura delle scuole e per vietare l'uso a fini alimentari dell'acqua dell'acquedotto, visto che il gestore ha rilevato «fenomeni di intorbidimento delle sorgenti che servono il Comune di Carrara».

Dalle 5.30 è interrotta la circolazione ferroviaria tra Piazza al Serchio e Aulla sulla linea Lucca-Aulla a causa del maltempo che ha provocato alcuni movimenti franosi tra Minucciano e Gragnola. Per garantire la mobilità Trenitalia, ha attivato un servizio di bus sostitutivi tra Piazza al Serchio ed Aulla che al momento non possono viaggiare per l'inagibilità della viabilità stradale. «È già la terza volta che ci troviamo in questa situazione. – lamentano alcuni cittadini di Avenza - Prima nel 2003 poi nel 2011 e ora a distanza di appena due anni siamo al punto di partenza. Possibile che non si riesca a costruire argini e ponti in grado di resistere alla furia dell’acqua?». Nel pomeriggio è atteso l’arrivo del governatore della Toscana Enrico Rossi per fare il punto sulla situazione, anche perché le previsioni meteo per le prossime ore sono tutt’altro che confrontanti.

Maltempo, a Carrara scuole chiuse e divieto di usare acqua dell'acquedotto per usi alimentari
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento