Toscana
stampa

Migrazioni: Atlante delle disuguaglianze Acli, in Italia «gestione politica dell’accoglienza»

In Italia vi è «una gestione prettamente ‘politica’ dell’accoglienza». «Malgrado il diritto di asilo sia sancito dalla nostra carta costituzionale (articolo 10), dal 2001 in poi si è assistito a una gestione securitaria della questione immigrazione, tesa a contenere i flussi migratori». La considerazione proviene dall'«Atlante delle disuguaglianze» curato dall’Iref, l’istituto di ricerca delle Acli, presentato oggi ad Arezzo nel corso del 48° Incontro nazionale di studi.

Percorsi: Acli - Arezzo - Povertà
Migrazioni: Atlante delle disuguaglianze Acli, in Italia «gestione politica dell’accoglienza»

“Il caso italiano - riporta l’Atlante - è emblematico nel dar conto delle differenti politiche di asilo e di accoglienze degli Stati dell’Ue”. Facendo un confronto tra Francia e Italia, “nel 2014 i due Paesi hanno avuto un uguale numero di richieste d’asilo, circa 64 mila, ma mentre in Francia si evidenzia un andamento lineare delle richieste d’asilo politico, con una lieve flessione tra il 2013 e il 2014, in Italia l’andamento è irregolare, con la presenza di valori elevati (2008, 2011 e 2014) intervallati da rapide flessioni (2010 e 2012)”.

Analogamente, in Italia “dal 2013 al 2014 il numero di richieste d’asilo è più che raddoppiato (da 26mila a 64mila), mentre il numero dei rifugiati ha avuto un incremento piuttosto contenuto (da 3.080 a 3.640)”. L’assenza in Italia di “una legge organica in materia di asilo politico”, osservano le Acli, rende “l’iter per l’ottenimento dello status di rifugiato una procedura lunga e complessa”. 

Migrazioni: Atlante delle disuguaglianze Acli, in Italia «gestione politica dell’accoglienza»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento