Toscana
stampa

Mons. Fontana (Arezzo) alle Acli, «costruire modello di convivenza alternativo all’esistente»

«La vostra opera sul territorio sia segnata dall’impegno fecondo e benedetto di costruire un modello di convivenza alternativo all’esistente. Tocca a noi cristiani farci apripista perché tutti scoprano la bellezza della pace». Questo il monito che l’arcivescovo di Arezzo, monsignor Riccardo Fontana, ha rivolto oggi alla platea dell’incontro di studi delle Acli, in corso ad Arezzo.

Percorsi: Acli - Arezzo - Riccardo Fontana
Mons. Fontana (Arezzo) alle Acli, «costruire modello di convivenza alternativo all’esistente»

Il presule è partito dal prossimo Anno Santo della Misericordia, nel quale il Papa “chiede a tutti di recuperare l’unità, attraverso la categoria della misericordia”. “Siamo invitati a riscoprire – ha sottolineato Fontana – che la ricerca della pace è innanzi tutto un recupero della presenza di Dio nella storia”. Si tratta di cercare “salvezza da noi stessi che abbiamo sviluppato una straordinaria capacità a farci del male. Salvezza per una generazione cresciuta insicura e per ciò stesso autolesiva nell’Occidente a cui apparteniamo”.

“Questo nostro tempo – ha aggiunto il presule – conosce ideologie che ritengono l’uomo bastevole a se stesso. Il terrore e la crudeltà delle cronache di questi mesi non si limitano alle teste tagliate, ma ancora una volta includono l’indifferenza di fronte alla fame, alla guerra e alle malattie, che non sono ugualmente curabili per tutti”. Ecco allora che “la profezia dei cristiani nel tempo che stiamo vivendo è la carità”, per “riscoprire, come possibili, relazioni solidali tra le persone, le ragioni del bene comune, la logica umanizzante del dono”.

Fonte: Comunicato stampa
Mons. Fontana (Arezzo) alle Acli, «costruire modello di convivenza alternativo all’esistente»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento