Toscana
stampa

Nuovo nubifragio in lucchesia: Valfreddana in ginocchio, paesi isolati

Un violento nubifragio si è abbattuto nella sera di lunedì 21 luglio e nella nottata nella zona della Valfreddana, tra Lucca, Camaiore e Pescaglia, provocando frane e allagamenti che hanno interrotto viabilità e isolato temporaneamente alcune abitazioni. Si sono abbattuti circa 160mm di pioggia in quasi tre ore sulla zona indicata (dato diffuso dal Comune di Lucca), un fenomeno concentrato che ha causato l’innalzamento degli affluenti del fiume Serchio, in particolar modo del torrente Freddana che infatti è esondato tra Monte San Quirico e la località Cappella, sulla via per Camaiore.

Nuovo nubifragio in lucchesia: Valfreddana in ginocchio, paesi isolati

Danni anche nel comune di Capannori, ma gli eventi più gravi sono da registrare nel Comune di Lucca. Qui già nella notte è stata evacuata a Forci una casa dove dimoravano sei turisti, che sono stati trasferiti nei pressi della città. Oltre al blocco della strada provinciale per Camaiore, sono state ostruite e di fatto inibite alla circolazione tutta una serie di strade comunali limitrofe, come la via per Forci, la via di Gugliano, la via della Pieve Santo Stefano, via di Castagnori. Si profila sempre più una serie anche di piccole frane su tutte le colline circostanti il torrente Freddana. 

Al momento l’azione del Comune capoluogo si sta concentrando su due fronti: da una partela Protezionecivile, insieme ai volontari della Croce Verde, della Misericordia di Lucca e Ponte a Moriano, di Anpana e del radio Club Lucca, stanno portando soccorso alle famiglie che hanno le abitazioni allagate, Tre Cancelli, corte Giuliani, San Macario. Dall'altra i tecnici dell’ufficio strade del Comune di Lucca invece stanno monitorando la situazione delle viabilità comunale per cercare di risolvere intanto le criticità minori e cominciare gli interventi sulle problematiche maggiori: in particolare al momento la situazione più critica appare quella di Torre, dove il 95% della viabilità è saltata, isolando di fatto il paese (oltre 30 persone). Parzialmente isolate anche altre frazioni.

L'evento, secondo la Provincia di Lucca, non era comunque previsto e infatti non era stata emessa alcuna allerta dalla Regione Toscana. Tuttavia, in meno di due mesi, si tratta del terzo violentissimo nubifragio che colpisce Lucca e i territori circostanti. Per la cronaca: giovedì 12 giugno con tanto di tromba d'aria e danni agli alberi sulle Mura Urbane, più micro-eventi temporaleschi tra il 12 e 14 luglio con altre cadute di alberi in vari quartieri di Lucca e frane sulle colline; infine di ieri 21 luglio abbiamo detto, basta solo aggiungere che anche questa volta, sotto un sole ritornato a splendere, si stanno contando i danni, ingentissimi, all'ambiente, a molte abitazioni ed anche al turismo.

Nuovo nubifragio in lucchesia: Valfreddana in ginocchio, paesi isolati
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento