Toscana
stampa

Osservatorio sul mercato del lavoro: in Toscana le offerte crescono del 37,2%

Tra le provincie più attive, Firenze risulta nel 2015 capofila regionale con il 43,5%. Al secondo posto Pisa, con il 12,2% dell’offerta complessiva, seguita da Lucca con l’11,2% delle offerte. I settori più dinamici sono Telecomunicazioni, Consulenza manageriale e revisione e Commercio, Distribuzione, GDO

Percorsi: Giovani - Lavoro - Toscana
Osservatorio sul mercato del lavoro:  in Toscana le offerte crescono del 37,2%

Il 2015 è stato un anno segnato da riforme e cambiamenti importanti per il mercato del lavoro nel nostro Paese. L’entrata in vigore del Jobs Act e il ritorno alla crescita dell’economia nazionale hanno dato sostanza ai segnali di ripresa mostrati nell’arco del 2014, generando un clima di fiducia in grado di far ripartire le assunzioni nelle aziende italiane.

In questa cornice, l’Osservatorio InfoJobs sul Mercato del Lavoro 2015 conferma il diffondersi di un clima di maggiore fiducia anche in Toscana supportato da un aumento del 37,2% delle offerte di lavoro regionali rispetto al 2014.

Con questa performance la Toscana si conferma la sesta regione più attiva in Italia, dove raggiunge il 6,5% del totale delle offerte nazionali. Per quanto riguarda le province più attive, Firenze si conferma il fulcro dell’economia regionale con il 43,5% delle offerte, pari al 2,8% del totale nazionale.

A guidare la classifica dei settori più dinamici è Telecomunicazioni, comparto che concentra il maggior numero di offerte di lavoro, con il 21,5% sul totale regionale. A seguire, Consulenza manageriale e revisione,con il 17,5% dell’offerta regionale e, di seguito, Commercio, Distribuzione e GDO con il 14,0% e Marketing e pubblicità con il 7,4%. Segue il settore ICT, che si posiziona al quinto posto con il 6,9% del totale. Rientrano nella top 10 anche Pubbliche relazioni ed Eventi (6,3%) e, più distaccati, Servizi ambientali (3,5%), Insegnamento e formazione (3,3%), Hotellerie e Ristorazione (3,2%) e Sanità (2,8%).

Per quanto riguarda le categorie più ricercate, dai dati dell’Osservatorio InfoJobs 2015 emerge una top 5 guidata da Operai, produzione e qualità, che si posiziona al primo posto con il 25,7% delle offerte regionali. Sul secondo gradino del podio troviamo Vendite (16%) e, a seguire, Commercio al dettaglio, GDO, retail, (10,3%), Amministrazione, contabilità, segreteria (7%) e Informatica, IT e telecomunicazioni al quinto postocon il 5,4%.

“L’approvazione del Jobs Act e le agevolazioni alle assunzioni introdotte dal Governo hanno senz’altro favorito la ripresa di molti comparti importanti per il tessuto produttivo nazionale. Oltre alla crescita organica delle offerte di lavoro presenti su InfoJobs, a testimonianza dell’importanza di questa piattaforma nel panorama del recruiting online in Italia e della fiducia di aziende ed operatori economici nella nostra professionalità, un dato importante che emerge dall’Osservatorio 2015 è la crescita, anche in Toscana, dei settori ad alto tasso di creatività, come le PR, gli eventi, il marketing e la pubblicità: questo è un chiaro segnale che il nostro Paese non può tornare a crescere senza un forte investimento sui migliori talenti” dichiara Giuseppe Bruno, General Manager di InfoJobs.

Tra le provincie più attive, Firenze risulta nel 2015 capofila regionale con il 43,5%. Al secondo posto Pisa, con il 12,2% dell’offerta complessiva, seguita da Lucca con l’11,2% delle offerte. Seguono Arezzo (6,6%), Prato (6,4%), Pistoia (5,6%), Siena (5,2%), Livorno (5,2%), Massa Carrara (2,3%), e, a chiudere, Grosseto con l’1,7%.

Fonte: Comunicato stampa
Osservatorio sul mercato del lavoro: in Toscana le offerte crescono del 37,2%
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento