Toscana
stampa

Prato, diocesi, artigiani e commercianti insieme per i «Patti di prossimità»

La Diocesi di Prato ancora a lavoro per realizzare i «patti di prossimità» tra istituzioni, enti e cittadini, auspicati da papa Francesco il giorno della sua storica visita a Prato. Ieri pomeriggio, mercoledì 13 luglio, nella sala rossa di palazzo vescovile sono stati ricevuti i rappresentanti pratesi degli artigiani e dei commercianti.

L'incontro per i Patti di prossimità

Al tavolo si sono seduti il vicario generale monsignor Nedo Mannucci, il direttore dell’ufficio diocesano di pastorale sociale e del lavoro Michele Del Campo, Luca Galli di Confartigianato, Cinzia Grassi di Cna, Tiziano Tempestini per Confcommercio e Gianna Rafanelli di Confesercenti.

Il primo ambito di discussione è stato l’invito a rinnovare l’adesione a quel cammino di confronto e di partecipazione iniziato con la stesura e la sottoscrizione della lettera inviata a papa Bergoglio da parte delle categorie sociali ed economiche della città. «Il Santo Padre ci ha chiesto espressamente di ritrovarci per costruire una società “più giusta e più onesta” – ha detto mons. Mannucci – non possiamo lasciar cadere le esortazioni del Papa. Lavorando assieme – ha osservato il Vicario – è possibile trovare la strada giusta per affrontare le problematiche cittadine e realizzare questa spinta ideale».

Le quattro associazioni hanno apprezzato il lavoro di «collante» operato dall’ufficio diretto da Michele Del Campo. «Riscopriamo il valore della concertazione, una parola che a Prato non è finta o priva di significato – hanno osservato artigiani e commercianti – l’abbiamo sempre fatta, ognuno secondo il proprio ruolo e nelle rispettive responsabilità».

Tra gli ambiti prioritari di impegno, individuati nel corso dell’incontro, c’è la questione riguardante la dignità del lavoro. «Il Papa su questo punto è stato molto chiaro – hanno sottolineato i presenti – facciamo nostre le sue parole impegnandoci ancora di più nel portare avanti i principi di legalità».

Il prossimo appuntamento di incontro e ascolto della città sarà a fine luglio, quando in palazzo vescovile sono attesi i rappresentanti delle cooperative. Entro settembre sarà il turno degli industriali. Poi a novembre, a un anno dalla visita di Francesco a Prato, è convocata una grande assemblea, un incontro pubblico dove riportare tutte le considerazioni emerse in questi appuntamenti. Riflessioni che si tradurranno in proposte e impegni concreti.

Fonte: Comunicato stampa
Prato, diocesi, artigiani e commercianti insieme per i «Patti di prossimità»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento