Toscana
stampa

Referendum, anche la Toscana diserta le urne. Rossi: «Non ha vinto nessuno»

Poche sorprese dal voto toscano, regione che non era tra le promotrici del referendum. L’affluenza è stata di poco al di sotto della media nazionale (30,77% contro il 31,19% complessivo) con poche differenze tra un territorio ed un altro.

I pochi cartelloni di propoaganda per i referendum

Si ferma al 31,19% l'affluenza al referendum sulle trivelle che si è tenuto nella giornata di ieri, domenica 17 aprile. I votanti, tra Italia ed Estero, sono stati 15.806.788 (su 50.675.406 aventi diritto). Solo in Basilicata (50,16%) è stato superato il quorum del 50% più uno degli aventi diritto, requisito perché la consultazione avesse valore. Il minimo di partecipazione si è avuto in Trentino Alto Adige (25,19%), ma spicca in negativo anche il 26,13 della Campania, così come quello della Calabria (26.69), due delle nove regioni che avevano proposto il referendum. Dopo la Basilicata, la maggiore affluenza si è avuta in Puglia, la regione guidata da Michele Emiliano (Pd), uno dei maggiori sostenitori del «sì». Segue il Veneto con il 37,86%.

Ampia la vittoria dei «sì» con l'86,44%, ma da rimarcare anche che oltre due milioni di italiani si sono recati alle urne e hanno scritto «no» sulla scheda, nonostante che la maggior parte dei contrari a questo referendum avessero sostenuto l'astensione. Poche le schede bianche (104.420, pari allo 0,66%) e quelle nulle (168.138, pari all'1,06%).

Poche sorprese dal voto toscano, regione che non era tra le promotrici del referendum. Il massimo di affluenza si è avuto in provincia di Livorno (34%) dove si è raggiunto anche il livello più alto di «sì» (85.51%). Seguono nell’ordine: Firenze (33,02%), Pisa (32,25), Siena (30,62), Lucca (29,49), Massa Carrara (29,25), Grosseto (28,89), Prato (28,51), Pistoia (28,45) e, infine, Arezzo (26,55), dove si è raggiunto anche il massimo numero percentuale di «no» (18,52%).

«Peccato, che non si sia raggiunto il quorum, ma allo stesso tempo – ha dichiarato all’Ansa il presidente della Toscana, Enrico Rossi – registro una partecipazione non insignificante che deve essere presa per il suo valore di merito, cioè se ritenevamo che queste piattaforme dovessero avere una concessione perpetua fino all’esaurimento dei giacimenti».

«Il referendum – ha proseguito il Governatore toscano – non ha raggiunto il quorum, non è cambiato nulla e non ha vinto nessuno, anche se il fatto che abbia partecipato al voto un italiano su tre, in tempi di scarsa affluenza alle urne, non è un dato di poco conto e al posto di Renzi cercherei di capire cosa esprime questo voto e cercherei di rispettare l’elettorato e di farmene carico, soprattutto laddove su due punti ha detto la sua, attenzione al mare e quindi controlli e sicurezza su queste piattaforme».

Referendum, anche la Toscana diserta le urne. Rossi: «Non ha vinto nessuno»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento