Toscana
stampa

Route Agesci: Noi e il diverso, la lettura di Laura Boldrini

«È possibile amare il diverso da noi»?: la domanda posta da un giovane scout offre alla presidente della Camera Laura Boldrini lo spunto per parlare xenofobia.

Percorsi: Agesci
Parole chiave: Route nazionale (33), Laura Boldrini (2)

«Negli anni nel nostro Paese si è sviluppata una sorta di imprenditoria della paura. L’altro è stato disegnato come il nemico, non come soggetto motivo di curiosità e di interesse».  Gli effetti sono tangibili: «quando un giovane italiano si reca a Londra e viaggia in metropolitana, trova normale essere circondato da etnìe diverse e quasi se ne compiace. Tornato a Roma, appena sale sul metrò, in diversi casi prova paura se è circondato da persone straniere».

Boldrini cita lo scrittore Andrea Cammilleri: «un giorno mi confidò: io per i miei romanzi horubato  da molte culture. Mi ritengo un meticcio». «Ecco – la conclusione di Boldrini – dal confronto tra le differenze nasce qualcosa di straordinario». Personalmente «io mi sento più italiana quando sto tra i non  italiani».

Al termine dell’incontro i ragazzi empolesi hanno tratto alcune indicazioni da scrivere nella Carta del coraggio: «vorremmo che la convenzione di Istanbul fosse firmata da tutti i Paesi. Vorremmo che, a fianco dei centri antiviolenza dedicati alle donne (che pure devono essere finanziati) nascessero dei centri di aiuto per gli uomini che si rendono protagonisti di maltrattamenti. Vorremmo che le donne che subiscono violenza possano avere una corsia privilegiata nei Centri per l’impiego: perché è dalla loro autonomia anche economica che dipende, in molti casi, la loro salvezza.

Route Agesci: Noi e il diverso, la lettura di Laura Boldrini
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento