Toscana
stampa

Route Agesci. L’arcivescovo Benotto agli scout: «è il Signore che ci dà coraggio»

L’arcivescovo di Pisa Giovanni Paolo Benotto ricorda ai trentamila rover e alle scolte le parole di Gesù: «pace a voi» e «non abbiate paura».

Percorsi: Agesci
Parole chiave: Route nazionale (33)
Benotto, Betori e Miglio all'apertura della Route (foto di Gerardo Teta)

Lo fa in occasione della cerimonia inaugurale della route nazionale Agesci. Dal palco allestito in quello che gli scout hanno battezzato il Campo del futuro – vicino alla chiesa e alla canonica di San Rossore – monsignor Benotto saluta i ragazzi. Il coraggio? Lo dà il Signore il ragionamento del presule pisano.

Con lui anche l’arcivescovo di Cagliari monsignor Arrigo Miglio, a lungo assistente nazionale degli scout Agesci. E quello di Firenze e presidente della Conferenza episcopale toscana, il cardinale Giuseppe Betori: «Questi ragazzi – dice al cronista di Avvenire Toni Mira che lo avvicina – mandano a tutto il Paese un grande messaggio di speranza. Portano fiducia e ottimismo contro il pessimismo che abbiamo spesso noi adulti. E sono in forte sintonia con la grande forza e il coraggio che sta dando alla Chiesa papa Francesco».

È il momento dell’alzabandiera: una coccinella intona l’Inno di Mameli, cantato poi da tutti i 30mila.

Route Agesci. L’arcivescovo Benotto agli scout: «è il Signore che ci dà coraggio»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento