Toscana
stampa

Servizio 118: riordino centrali operative, mozione unanime in Consiglio regionale

Il testo, approvato all’unanimità, chiede alla Giunta di riferire in commissione Sanità i motivi per cui la centrale di Prato è stata spostata a Firenze in assenza del piano di riordino

Parole chiave: 118 (26)

Una mozione sul riordino delle centrali operative del 118 nell’area vasta della Toscana centrale è stata approvata, all’unanimità, dal Consiglio regionale. Il testo, con primi firmatari Marco Remaschi e Gianfranco Venturi, impegna la Giunta a riferire con urgenza in commissione Sanità i motivi per cui la centrale operativa di Prato è stata spostata a Firenze pur in assenza del previsto piano di riordino delle centrali del 118.

La mozione impegna inoltre la Giunta toscana affinché, in tempi brevi, sia risolta la dichiarata situazione di emergenza, ripristinando attraverso un nuovo e stabile assetto organizzativo un’equilibrata distribuzione territoriale e demografica fra le due nuove centrali previste nell’area che comprende le città di Firenze, Prato, Empoli e Pistoia, superando lo squilibrio che si è venuto a creare dopo lo spostamento a Firenze del centro operativo di Prato.

La mozione, oltre a chiedere alla Giunta di far chiarezza sulla messa a punto del piano di riordino delle centrali operative, ricorda infine che il Consiglio regionale, di recente, ha approvato, sempre in modo unanime, una mozione con cui è stato deciso che i trasferimenti di centrali del 118 non possono essere messi in atto, fatte salve le situazioni di emergenza, fintanto che non sia stato definito l’apposito piano. 

Fonte: Comunicato stampa
Servizio 118: riordino centrali operative, mozione unanime in Consiglio regionale
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento