Toscana
stampa

Studenti delle superiori alle prese con i veri dati del CERN a Firenze e Pisa

Sono più di 300, quest’anno, gli studenti delle scuole superiori toscane che da domani e fino al 16 marzo potranno conoscere dal vivo come funzionano le ricerche dei fisici del CERN nelle università di Firenze e Pisa, grazie all’iniziativa Masterclass, coordinata dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). I ragazzi verranno accompagnati dai ricercatori in un viaggio nelle proprietà delle particelle ed esploreranno i segreti di LHC (Large Hadron Collider), dove nel luglio 2012 è stato scoperto l’ormai celebre bosone di Higgs.

Uno studente durante le masterclass

La giornata si suddivide in lezioni e seminari sugli argomenti fondamentali della fisica delle particelle, al mattino, seguite nel pomeriggio da esercitazioni al computer su uno degli esperimenti dell’acceleratore di particelle LHC, dove 100 metri sotto terra, nel tunnel di 27 km sotto Ginevra le particelle si scontrano quasi alla velocità della luce. I ragazzi toscani utilizzeranno i veri dati provenienti dagli esperimenti ATLAS (a Pisa il 25 febbraio e 1 marzo) e CMS (a Firenze il 17, febbraio e 16 marzo), per simulare negli esercizi l’epocale scoperta del bosone di Higgs, ma anche quella dei bosoni W e Z (proprio quelli che nel 1984 valsero il premio Nobel a Carlo Rubbia), ed esploreranno le proprietà della particella D0 (il 18 e 26 febbraio a Firenze e il 18 febbraio e 2 marzo a Pisa) grazie ai dati dell’esperimento LHCb. Alla fine della giornata, proprio come in una vera collaborazione internazionale, gli studenti si collegheranno in una videoconferenza con i coetanei di tutto il mondo che hanno svolto gli stessi esercizi in altre università, per discutere insieme i risultati emersi dalle esercitazioni.

Nell’Università di Pisa il 2 marzo, inoltre, in parallelo alla Masterclass verrà organizzata una iniziativa dedicata solo alle studentesse, con lo scopo di avvicinarle alle tematiche tecnologiche più di avanguardia, per superare il pregiudizio che ancora oggi sembra allontanare le donne dalla ricerca tecnologica. Nella mattinata, le studentesse incontreranno la responsabile e due giovani ricercatrici «Marie Curie Fellows» del progetto europeo FTK e un’esperta di problematiche di genere nel campo delle materie scientifiche tecnologiche. Nel pomeriggio ci sarà una sessione più pratica, in cui alle studentesse saranno mostrati degli esempi di programmazione elettronica e loro stesse potranno realizzare un semplice sistema di controllo, come lo è per esempio quello per un semaforo.

L’iniziativa, giunta alla dodicesima edizione, fa parte delle Masterclass internazionali organizzate da IPPOG (International Particle Physics Outreach Group). Le Masterclass si svolgono contemporaneamente in 42 diverse nazioni, coinvolgono 210 tra i più prestigiosi enti di ricerca e università d’Europa, degli Stati Uniti, del Cile, dell’Ecuador, della Giamaica, del Messico e del Marocco e più di 10.000 studenti delle scuole superiori.

Per l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare sono presenti i Laboratori Nazionali di Frascati e le sezioni di Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Cosenza, Ferrara, Firenze, Genova, Lecce, Milano, Milano-Bicocca, Napoli, Padova, Pavia, Perugia, Pisa, Roma «La Sapienza», Roma Tor Vergata, Roma Tre, Torino, Trieste e Udine.

Fonte: Comunicato stampa
Studenti delle superiori alle prese con i veri dati del CERN a Firenze e Pisa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento