Toscana
stampa

Terremoto, Messe all'aperto in diversi comuni

Le decisioni prudenziali assunte dai vescovi monsignor Giovanni Santucci (Massa Carrara-Pontremoli) e monsignor Italo Castellani (Lucca).

Messe all'aperto stamani in alcune località della Lunigiana e della Garfagnana, le due zone dell'alta Toscana maggiormente colpite dal terremoto con epicentro localizzato tra i comuni di Fivizzano e Casola in provincia di Massa Carrara e Minucciano in quella di Lucca e la cui scossa principale, venerdì scorso alle 12.33, ha registrato un'intensità di 5.2 della scala Richter. Alla scossa principale, avvertita in gran parte della Toscana e nelle regioni a nord, ne sono seguite oltre 500 di assestamento nell'arco di 48 ore. Anche per questo le due diocesi interessate dagli eventi sismici, Massa Carrara - Pontremoli e Lucca, hanno pensato di evitare possibili rischi ai fedeli con celebrazioni all'interno di chiese in cui devono essere ancora verificati i danni effettivi di un terremoto di forte intensità che segue a distanza di soli sei mesi da quello registrato nel gennaio scorso.

Il vescovo di Massa Carrara-Pontremoli, monsignor Giovanni Santucci, dopo l'incontro con la Protezione civile, ha disposto che “in via precauzionale non si celebri Messa nelle chiese che resteranno chiuse nei comuni di Casola Lunigiana, Fivizzano, Fosdinovo e Comano fintanto che non se ne verifichi l'agibilità”, aggiungendo che “a tale precauzione si adegueranno anche i parroci di altri comuni nel caso riscontrino che gli edifici di culto abbiano subito qualche danno dal terremoto. Le Messe si celebreranno ugualmente o all'aperto o in locali ritenuti idonei a tale scopo”.

L'arcivescovo di Lucca, monsignor Italo Castellani, ha invece invitato, per le Messe domenicali, a informarsi direttamente dal parroco di riferimento.

In attesa delle necessarie ulteriori verifiche, al momento attuale i danni non sembrano ingenti, almeno a fronte dell'intensità del sisma di venerdì. Resta invece alta la tensione e la paura tra la popolazione anche per lo sciame sismico che sembra non finire. Molti, anche tra coloro che non hanno le abitazioni danneggiate, hanno preferito passare una seconda notte fuori casa e probabilmente faranno altrettanto questa sera.

Terremoto, Messe all'aperto in diversi comuni
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento