Toscana
stampa

Trail Sacred Forests, una «grande vetrina per Casentino e Toscana»

Un'occasione imperdibile per la Toscana e soprattutto per il Casentino per mettere in mostra i propri tesori, ambientali e culturali. Ma anche per attirare tanti turisti, sportivi e non, verso una delle zone forse meno conosciute della regione. 

Percorsi: Casentino - Sport - Toscana - Turismo
Trail Sacred Forests, una «grande vetrina per Casentino e Toscana»

E' stata presentata oggi a Palazzo Strozzi Sacrati la terza edizione del Trail delle Foreste di Badia Prataglia che da quest'anno, oltre a essere prova del Campionato Italiano, prende il nome di Trail Sacred Forests. Una prova generale in vista del Campionato Mondiale 2017 che Badia Prataglia, prima in Italia per questa disciplina, è riuscita ad aggiudicarsi vincendo la concorrenza di Spagna e Svezia.

Il Trail Sacred Forests andrà in scena il prossimo 17 settembre nello straordinario scenario del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, con partenza e arrivo a Badia Prataglia. Gli atleti percorreranno i sentieri del Parco Nazionale attraversando alcuni dei luoghi più suggestivi della Toscana come l'Eremo di Camaldoli e il Santuario de La Verna. Previsti 4 tipi di tracciato: 85 km (Ultra Trail medio, 4.400 m di dislivello), 50 km (Trail Lungo, 2.800 m disl., prova valida per il Campionato Italiano 2016), 26 km (Trail, 1.500 m disl.), 14 km (Short, 800 m disl.). Oltre all'Eco camminata, aperta a tutti. L'organizzazione è a cura di ASD Badia Prataglia 2001 in collaborazione con Banca Mediolanum, Trail Running Project ASD, Ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Comune di Poppi, Pro Loco di Badia Prataglia e con il patrocinio della F.I.D.A.L.

"Un grande appuntamento sportivo – ha detto l'assessore all'urbanistica Vincenzo Ceccarelli – ma anche un'ottima opportunità per la Toscana e soprattutto il Casentino. Quest'anno la prova è valida per il Campionato italiano ma nel 2017 Badia Prataglia ospiterà il Mondiale di una disciplina molto in voga e che si accinge a entrare tra le prove olimpiche. Però, al di là dei partecipanti e della gara, c'è il grande fascino dei luoghi dove si svolge. Si stima che circa 3-4 mila persone, tra atleti, staff e familiari, raggiungeranno questa parte di Toscana dove si possono apprezzare paesaggi e valori ambientali straordinari, una vetrina che dobbiamo assolutamente saper sfruttare nel migliore dei modi".

"Il Trail – ha detto l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo - si sta sempre più affermando come disciplina sportiva di tendenza anche in Toscana. Eventi del genere suscitano sempre più interesse e partecipazione, richiamando molte persone, tra atleti e accompagnatori, che consentono di destagionalizzare i flussi turistici. Manifestazioni di questo tipo veicolano il nome delle località interessate e generano un movimento che ha ricadute turistiche da tenere in considerazione. Il turismo sportivo è un segmento sul quale la Regione ha deciso di investire con decisione: nel 2015 circa 8 milioni di persone hanno scelto la Toscana spinti da questo tipo di interesse".

Fonte: Comunicato stampa
Trail Sacred Forests, una «grande vetrina per Casentino e Toscana»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento