Vita Chiesa

Vita Chiesa stampa

Papa Francesco ha ricevuto stamani una delegazione dell’Alleanza biblica universale, che riunisce circa 150 Società Bibliche nazionali con lo scopo di diffondere la Bibbia in tutti i continenti, ribadendo che «è vitale che oggi la Chiesa esca ad annunciare il Vangelo a tutti, in tutti i luoghi, in tutte le occasioni, senza indugio, senza repulsioni e senza paura»

Festa oggi alla Facoltà teologica dell'Italia Centrale, nella nuova sede di piazza Tasso, a Firenze, per i 20 anni di vita. Alla presenza del Gran Cancelliere, il card. Giuseppe Betori e del suo predecessore, il card. Ennio Antonelli, è stato il card. Gualtiero Bassetti a tenere la prolusione, parlando non da fiorentino, ma da presidente della Cei, delineando il ruolo della teologia nella vita della comunità ecclesiale. Il testo integrale del suo intervento.

«San Francesco scoprì il volto di Cristo che lo guardava nel volto dei lebbrosi e da qui iniziò il cammino della penitenza, che lo staccò dal peccato e mise nel suo cuore la dolcezza. Su questa capacità di incrociare lo sguardo dei poveri si gioca la credibilità della nostra Chiesa e l’efficacia del suo annuncio». È un passaggio dell’omelia pronunciata oggi dall’arcivescovo di Firenze card. Giuseppe Betori, nella basilica di Santa Croce per la solennità di San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia.

Aprendo ieri pomeriggio alla Università Gregoriana di Roma il convegno internazionale sulla «dignità del minore nel mondo digitale», il Segretario di Stato vaticano ha confermato che dopo i «fatti molto gravi» emersi la Santa Sede intende impegnarsi «con chiarezza e fermezza, perché la dignità e i diritti dei minori siano protetti e difesi con molta più attenzione ed efficacia di quanto non si sia fatto nel passato».

A poco più di un anno al Sinodo dei vescovi «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale», la Pastorale giovanile di Grosseto pensa ad un cammino preparatorio dal basso. Il Sinodo, spiega don Stefano Papini, responsabile del servizio, si presenta «come una buona occasione per guardarsi dentro» e capire «come parlare oggi da giovani ai giovani di Gesù».