Vita Chiesa
stampa

Abusi: Santa Sede su «Osservazioni» Comitato Onu, «tentativo di interferire»

«Un tentativo d'interferire nell'insegnamento della Chiesa cattolica sulla dignità della persona umana e nell'esercizio della libertà religiosa». È il giudizio della Santa Sede ad «alcuni punti» delle Osservazioni conclusive elaborate dal Comitato Onu per i diritti del fanciullo, con sede a Ginevra, sugli esaminati Rapporti della Santa Sede e di cinque Stati Parte alla Convenzione sui diritti del fanciullo (Congo, Germania, Portogallo, Federazione Russa e Yemen).

Percorsi: Onu - Santa Sede
Parole chiave: abusi (221)

«La Santa Sede - si legge in un comunicato diffuso oggi dalla sala stampa vaticana - reitera il suo impegno a difesa e protezione dei diritti del fanciullo, in linea con i principi promossi dalla Convenzione sui diritti del fanciullo e secondo i valori morali e religiosi offerti dalla dottrina cattolica».

Entrando nel merito del rapporto Onu, «secondo le particolari procedure previste per le Parti della Convenzione», la Santa Sede «prende atto delle Osservazioni conclusive sui propri Rapporti, le quali saranno sottoposte a minuziosi studi ed esami nel pieno rispetto della Convenzione nei differenti abiti presentati dal Comitato secondo il diritto e la pratica internazionale come pure tenendo conto del pubblico dibattito interattivo con il Comitato», svoltosi il 16 gennaio scorso. «Alla Santa Sede rincresce, tuttavia - il testo del comunicato - di vedere in alcuni punti delle Osservazioni conclusive un tentativo di interferire nell'insegnamento della Chiesa cattolica sulla dignità della persona umana e nell'esercizio della libertà religiosa».

Fonte: Sir
Abusi: Santa Sede su «Osservazioni» Comitato Onu, «tentativo di interferire»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento