Vita Chiesa
stampa

Belgio: sono 8 i preti accusati di Pedofilia ridotti allo stato laicale

Sono otto i preti belgi ad essere stati ridotti allo stato laicale dal Vaticano negli ultimi anni perché colpevoli di abusi sessuali.

Percorsi: Belgio
Parole chiave: pedofilia (57), abusi sessuali (186)

A confermarlo al Sir è il portavoce della Conferenza episcopale belga, padre Tommy Scholtes, che spiega: «Quando padre Lombardi ha detto che 394 preti erano stati ridotti allo stato laicale da papa Benedetto XVI, i giornalisti mi hanno chiesto in Belgio quanti preti belgi c'erano in questo gruppo. Abbiamo quindi fatto dei calcoli con i vescovi e i superiori religiosi e siamo arrivati ad un calcolo di 7 preti diocesani e un prete religioso per un totale di 8». «Annullando la loro consacrazione sacerdotale - ha quindi spiegato padre Scholtes - sono diventati di nuovo cittadini ordinari». La Chiesa cattolica belga specifica che, comunque, i sacerdoti implicati non occupavano più funzioni all'interno della Chiesa e non percepivano salari. «La notizia - ha aggiunto il portavoce dei vescovi belgi - è stata accolta con soddisfazione sebbene c'è chi fa notare che ce ne sono anche altri e soprattutto si parla dell'ex vescovo di Bruges Roger Vangheluwe che non compare nella lista».

Dunque la pagina non è ancora del tutto chiusa? «No - risponde padre Scholtes - resta ancora presente nei media e nell'opinione pubblica». Riguardo al caso dell'ex vescovo di Bruges il portavoce ricorda che «per la giustizia belga i fatti sono prescritti». «Gli è stato comunque chiesto di non esercitare più il sacerdozio», ricorda il portavoce. E se la giustizia decidesse di riaprire il dossier, la Chiesa potrebbe allora intervenire come previsto dal Codice di diritto canonico del 1983

Fonte: Sir
Belgio: sono 8 i preti accusati di Pedofilia ridotti allo stato laicale
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento