Vita Chiesa
stampa

Card. Betori: «Con il Risorto per uscire dalla sfiducia più cupa»

«Viviamo in una società che oscilla tra pericolosi progetti di ridisegnare l'alfabeto dell'umano e l'oscuramento degli orizzonti, nonché la sfiducia più cupa quando ci troviamo davanti a compiti che chiedono capacità di prospettiva e volontà di corresponsabilità». Lo ha detto oggi l'arcivescovo di Firenze, card. Giuseppe Betori, nella Messa di Pasqua celebrata nella cattedrale di Santa Maria del Fiore.

Percorsi: Giuseppe Betori
Parole chiave: Pasqua (86)

Questo - ha proseguito - «vale per l’economia come per la politica; vale per le nostre vicende personali e quelle delle nostre famiglie. Vale anche per gli scenari ampi del mondo, segnati dall’ombra sanguinosa di tanti conflitti, e qui il nostro pensiero va in primo luogo alla tragica situazione della Siria e, con essa, di tutto il Medio Oriente». «Abbiamo profondo bisogno di questo annuncio di speranza, per sollevarci dalle nostre ambiguità e dalle nostre disillusioni».

L'Arcivescovo di Firenze, aveva iniziato la sua omelia ricordando il tradizionale Scoppio del Carro «momento di festa e di gioia, in cui il fragore delle esplosioni e la luce dei fuochi riempie anzitutto il Paradiso, come anticamente era chiamato lo spazio tra il Battistero e la Cattedrale». Uno spettacolo che, «nella sua intima natura – ha proseguito - è l’espressione della fede di una città, che nella sua storia ha riconosciuto e oggi è chiamata ancora a riconoscere che solo dalla presenza di Cristo può venire una luce capace di sconfiggere le tenebre che assediano la vita dell’uomo e la sua convivenza sociale».

«Abbiamo troppi esempi, anche nella storia recente del nostro mondo, - ha detto ancora il Cardinale - per illuderci che l’uomo lasciato a se stesso sia capace di vincere la propria inclinazione al male e alla distruzione di sé: i lager e i gulag, le tragedie delle guerre e della fame lo testimoniano con incontestabile evidenza. Abbiamo bisogno di qualcuno che, pur essendo parte della nostra umanità, la possa trascendere, così che in un atto puro d’amore possa sconfiggere il male e la morte dal proprio interno e aprire a una vita nuova». E questo qualcuno, ha proseguito l’Arcivescovo, è il Gesù Risorto.

Card. Betori: «Con il Risorto per uscire dalla sfiducia più cupa»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento