Vita Chiesa
stampa

Cei: a Salerno convegno nazionale «Nella precarietà la speranza»

«Nella precarietà la speranza» è il titolo del convegno nazionale - promosso da tre Commissioni episcopali Cei (Laicato, famiglia e lavoro) - in programma a Salerno dal 24 al 26 ottobre.

Scopo dell'iniziativa, spiegano gli organizzatori, «far conoscere le molteplici azioni che le diocesi italiane offrono come segni di speranza all'interno Paese, in risposta alla sfida che la precarietà porta con sé».

Ad inaugurare i lavori venerdì (ore 15.30) monsignor Giancarlo Bregantini, presidente Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace; quindi le relazioni di padre Francesco Occhetta, «I giovani italiani, il dramma del lavoro e il progetto familiare» e di Giuseppe Savagnone, «Progettare famiglia e creare lavoro: compito tipico di laici per la vita e la speranza». Sabato, dopo la celebrazione eucaristica presieduta alle 7.30 da monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, la relazione di Cinzia Masina e una tavola rotonda con Giuliano Poletti, ministro del Lavoro; Raffaele Bonanni, segretario generale Cisl; Stefano Franchi, direttore generale Federmeccanica. Modera Paolo Ruffini, direttore di rete di Tv2000.

Nel pomeriggio di sabato 25 ottobre, alle 15.30 interverrà monsignor Enrico Solmi su «Giovani, lavoro e famiglia: nella precarietà non lasciamoci rubare la speranza!». Domenica 26, alle 7.30, monsignor Luigi Moretti, arcivescovo di Salerno, presiederà la celebrazione eucaristica. Alle 9 la tavola rotonda «Chiesa italiana e precarietà, una speranza fondata» con, fra gli altri, monsignor Giancarlo Bregantini, Gianni Bottalico (Acli), Roberto Moncalvo (Coldiretti). Alle 12 le conclusioni di monsignor Domenico Sigalini, presidente Commissione episcopale per il laicato.

Fonte: Sir
Cei: a Salerno convegno nazionale «Nella precarietà la speranza»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento