Vita Chiesa
stampa

Chiesa e Media: mons. Giuliodori, dalla svolta di Palermo a oggi

“Cosa è rimasto” del Direttorio Cei sulle comunicazioni sociali. A rispondere a questa domanda è stato monsignor Claudio Giuliodori, presidente della Commissione Cei per la Cultura e le Comunicazioni sociali, intervenuto oggi al Convegno su “Nuovi media e nuovo umanesimo”.

Percorsi: Cei - Mass media - Vita Chiesa

“C’è ancora molto da attuare, per un cammino di prospettiva a lungo termine”, ha esordito il vescovo, che ha ripercorso il rapporto tra Chiesa e media partendo dalla “svolta del Convegno di Palermo” nel 1995, in cui “il primo ambito dei gruppi di studio è stato quello su comunicazione e cultura” e si sono fatte “ipotesi di lavoro molto coraggiose”. Nasceva in quegli anni l’idea del “progetto culturale”, come “cerniera” tra la Chiesa e la società, e si andava affermando l’idea per cui “comunicazione è cultura”. Oggi, ha detto mons. Giuliodori, “la comunicazione è diventata paradigma antropologico”.

Fonte: Sir
Chiesa e Media: mons. Giuliodori, dalla svolta di Palermo a oggi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento