Vita Chiesa
stampa

Domani Giornata mondiale di preghiera contro schiavitù e sfruttamento

La prima Giornata internazionale di preghiera e riflessione contro la tratta di persone sarà celebrata nelle diocesi e le parrocchie del mondo domenica 8 febbraio, festa di santa Giuseppina Bakhita, schiava sudanese, liberata e divenuta religiosa canossiana, canonizzata nel 2000.

Percorsi: Povertà - Vita Chiesa
Parole chiave: schiavitù (11)

La Giornata è promossa da Unioni internazionali femminili e maschili dei superiori e generali (Uisg/Usg), con il sostegno del Pontificio Consiglio per la pastorale dei migranti, del Pontificio Consiglio della giustizia e della pace, della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica. L’obiettivo della giornata “è innanzitutto quello di creare maggiore consapevolezza del fenomeno e riflettere sulla situazione globale di violenza e ingiustizia che colpisce tante persone, che non hanno voce, non contano, non sono nessuno: sono semplicemente schiavi”, spiega l’associazione “Slaves no more”, con sede a Roma, che aderisce all’iniziativa. “Al contempo si intende dare risposte a questa moderna forma di tratta di esseri umani, attraverso azioni concrete. Per questo è fondamentale, da un lato, ribadire la necessità di garantire diritti, libertà e dignità alle persone trafficate e ridotte in schiavitù e, dall’altro, denunciare sia le organizzazioni criminali sia coloro che usano e abusano della povertà e della vulnerabilità di queste persone per farne oggetti di piacere o fonti di guadagno”.

Fonte: Sir
Domani Giornata mondiale di preghiera contro schiavitù e sfruttamento
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento