Vita Chiesa
stampa

Francesco: «I cristiani che vivono nell'incoerenza fanno tanto male»

Il cristiano incoerente dà scandalo e lo scandalo uccide: sono parole molto forti quelle che Papa Francesco ha pronunciato oggi durante la messa presieduta a Santa Marta e nella quale ha amministrato una Cresima.

Percorsi: Papa Francesco

Chi riceve questo Sacramento, ha affermato Papa Francesco, le cui parole sono riportate da Radio Vaticana, «manifesta la sua voglia di essere cristiano.Essere cristiano significa dare testimonianza di Gesù Cristo. Questa è la coerenza di vita di un cristiano». Diversamente si manifesta incoerenza e i cristiani «che vivono ordinariamente, comunemente nell'incoerenza, fanno tanto male».

«Se tu ti trovi davanti un ateo e ti dice che non crede in Dio, tu puoi leggergli tutta una biblioteca, dove si dice che Dio esiste e anche provare che Dio esiste, e lui non avrà fede. Ma se davanti a questo ateo - ha spiegato Papa Francesco - tu dai testimonianza di coerenza di vita cristiana, qualcosa incomincerà a lavorare nel suo cuore. Sarà proprio la testimonianza tua quella che a lui porterà questa inquietudine sulla quale lavora lo Spirito Santo. È una grazia che tutti noi, tutta la Chiesa deve chiedere: ‘Signore, che siamo coerenti'». Dunque, conclude il Papa, occorre pregare, «perché per vivere nella coerenza cristiana è necessaria la preghiera, perché la coerenza cristiana è un dono di Dio e dobbiamo chiederlo… Tutti siamo peccatori, tutti, ma tutti abbiamo la capacità di chiedere perdono. E Lui mai si stanca di perdonare! Avere l'umiltà di chiedere perdono: ‘Signore, non sono stato coerente qui. Perdono!'».

Fonte: Sir
Francesco: «I cristiani che vivono nell'incoerenza fanno tanto male»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento