Vita Chiesa
stampa

Francesco, Messa a S. Marta: «Dio piange. È padre che ci vuole tutti con sé»

«Dio piange! Gesù ha pianto per noi! E quel pianto di Gesù è proprio la figura del pianto del Padre, che ci vuole tutti con sé». Lo ha detto Papa Francesco, nell'omelia della messa celebrata oggi a Santa Marta, incentrata sulle figure di due padri presentate dalle letture del giorno: il re Davide che piange la morte del figlio ribelle Assalonne, e Giàiro, capo della sinagoga, che prega Gesù di guarire la figlioletta.

Percorsi: Papa Francesco

Due personaggi importanti, ma «per loro - ha chiarito il Papa - ciò che è più importante è il figlio, la figlia! Non c'è un'altra cosa. L'unica cosa importante! Ci fa pensare alla prima cosa che noi diciamo a Dio, nel Credo: ‘Credo in Dio Padre…'. Ci fa pensare alla paternità di Dio. Ma Dio è così. Dio è così con noi!». «Nei momenti difficili» - ha assicurato Papa Francesco, «il Padre risponde»». Di qui la rievocazione degli episodi del sacrificio di Isacco, di Gesù nell'Orto degli Ulivi, del padre che aspetta il figlio prodigo. «Lo aspettava» tutti i giorni e «lo ha visto da lontano». «Quello è il nostro Dio!", le parole del Pontefice, e «la nostra paternità», quella dei padri di famiglia e quella spirituale di vescovi e sacerdoti, «deve essere come questa. Il Padre ha come un'unzione che viene dal figlio: non può capire se stesso senza il figlio! E per questo ha bisogno del figlio: lo aspetta, lo ama, lo cerca, lo perdona, lo vuole vicino a sé».

Fonte: Sir
Francesco, Messa a S. Marta: «Dio piange. È padre che ci vuole tutti con sé»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento