Vita Chiesa
stampa

Francesco, Messa a S. Marta: la tentazione contagia ma Gesù ci salva

La tentazione «non viene da Dio, ma dalle nostre passioni, dalle nostre debolezze interiori, dalle ferite che ha lasciato in noi il peccato originale». Lo ha detto il Papa, che nella messa celebrata oggi a Santa Marta ha spiegato che la tentazione «ha tre caratteristiche: cresce, contagia e si giustifica».

Percorsi: Papa Francesco

Cresce, cioè «incomincia con un'aria tranquilla», ma poi «cresce, cresce, cresce, e se uno non la ferma, occupa tutto», come ha detto lo stesso Gesù «quando ha parlato della parabola del grano e della zizzania». «Quando noi siamo in tentazione, non sentiamo la Parola di Dio», ha proseguito il Papa, perché «la tentazione ci chiude, ci toglie ogni capacità di lungimiranza, ci chiude ogni orizzonte, e così ci porta al peccato». «Quando noi siamo in tentazione, soltanto la Parola di Dio, la Parola di Gesù ci salva», ha assicurato il Papa: «Lui sempre è disposto a insegnarci come uscire dalla tentazione. E Gesù è grande perché non solo ci fa uscire dalla tentazione, ma ci da più fiducia». «Chiediamo al Signore - la preghiera del Papa - che sempre, come ha fatto con i discepoli, con la sua pazienza, quando siamo in tentazione ci dica: ‘Fermati, stai tranquillo. Ricordati cosa ho fatto con te in quel momento, in quel tempo. Alza gli occhi, guarda l'orizzonte, non chiudere, non chiuderti, vai avanti'. E questa Parola ci salverà dal cadere in peccato nel momento della tentazione».

Fonte: Sir
Francesco, Messa a S. Marta: la tentazione contagia ma Gesù ci salva
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento