Vita Chiesa
stampa

Francesco, Messa a S. Marta: no ad atteggiamenti trionfalistici

L'0melia nella Messa oggi a Santa Marta.

Percorsi: Papa Francesco

Annunciare Gesù «senza timore, senza paura, senza trionfalismo», ma «semplicemente guardando il Signore Risorto, la sua bellezza», perché è la fede nel Risorto che «vince il mondo»! È l'invito lanciato dal Papa nell'omelia della Messa celebrata oggi a Santa Marta, in cui il Santo Padre ha ammonito: «Ci sono tanti cristiani senza Risurrezione, cristiani senza il Cristo Risorto: accompagnano Gesù fino alla tomba, piangono, gli vogliono tanto bene, ma fino a lì». Tre le categorie di cristiani stigmatizzate dal Papa: i «timorosi», i «vergognosi» e i «trionfalistici». Gli apostoli, ha ricordato il Santo Padre, si chiudono nel Cenacolo per timore dei giudei. «I timorosi - ha ammonito - sono così: temono di pensare alla Resurrezione». È come se rimanessero «nella prima parte della partitura». Ci sono poi i cristiani vergognosi, per i quali «confessare che Cristo è risorto dà un po' di vergogna in questo mondo» che «va tanto avanti nelle scienze». C'è infine il gruppo dei cristiani che «nel loro intimo non credono nel Risorto e vogliono fare loro una risurrezione più maestosa di quella» vera. Sono i cristiani «trionfalistici», che «hanno come un complesso di inferiorità» e adottano «tanti atteggiamenti trionfalistici, nella loro vita, nei loro discorsi e nella loro pastorale, nella liturgia», perché «nel più intimo non credono profondamente nel Risorto.

Fonte: Sir
Francesco, Messa a S. Marta: no ad atteggiamenti trionfalistici
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento