Vita Chiesa
stampa

Francesco: a convegno Cei, «dove non c'è lavoro manca la dignità»

«Nelle visite compiute in Italia, così come negli incontri con le persone, ho potuto toccare con mano la situazione di tanti giovani disoccupati, in cassa-integrazione, precari. Ma questo non è solo un problema economico, è un problema di dignità». Lo ha scritto Papa Francesco nel messaggio ai partecipanti al convegno «Nella precarietà la speranza», promosso dalla Cei a Salerno e aperto questo pomeriggio alla presenza di oltre 350 delegati diocesani.

«Dove non c'è lavoro manca la dignità - prosegue il messaggio del Papa letto in apertura dei lavori dal vescovo monsignor Giancarlo Bregantini, presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro - e purtroppo in Italia sono tantissimi i giovani senza lavoro». Il Papa parla poi di questo momento come della «passione dei giovani» e della «cultura dello scarto» perché - scrive - «si scartano i giovani» e così «si scarta il futuro di un popolo». «Noi dobbiamo dire ‘no' a questa ‘cultura dello scarto'. Questa è la ‘precarietà'. Ma poi c'è l'altra parola: speranza». La domanda che Papa Francesco pone è: «Come fare a non farsi rubare la speranza nelle ‘sabbie mobili' della precarietà? Con la forza del Vangelo». Conclude dicendo: «Voi siete giovani che appartenete alla Chiesa» e «con la forza del Vangelo sarete testimoni di speranza nella precarietà».

«La precarietà sempre più si presenta come una caratteristica dominante del nostro tempo» e «ne fanno esperienza più di altri i giovani»: lo scrive il presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, nel suo messaggio al convegno. «Sembra porsi una grande questione: se il mondo globalizzato e in continuo cambiamento possa offrire stabilità lavorativa oppure debba assicurare forme di lavoro strutturale flessibili - prosegue il cardinale -. L'acceso dibattito di questi giorni sull'articolo 18 mostre l'estrema attualità di questo argomento». Secondo il presidente dei vescovi italiani, «il nostro compito di uomini e di cristiani è quello di cercare una luce anche nelle situazioni più problematiche e di portarla ovunque». «La precarietà chiede di essere illuminata dalla speranza, che non è certo un semplice sentimento - prosegue - ma che deve poggiare su solide fondamenta». Il cardinale aggiunge che «le diocesi italiane, in più modi, hanno provveduto a sostenere i disoccupati, i lavoratori e le famiglie in difficoltà» e, tuttavia, questa azione «non è sufficiente: chiede risposte strutturali, che coinvolgano le istituzioni e l'assetto legislativo, che prevedano lo snellimento burocratico e una più decisa incentivazione all'impresa e al lavoro, soprattutto quello dei giovani».

Fonte: Sir
Francesco: a convegno Cei, «dove non c'è lavoro manca la dignità»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento