Vita Chiesa
stampa

Francesco a ex alunni gesuiti dell'Uruguay: una promessa e una speranza

“Desidero ringraziarvi nuovamente per la visita e per il saluto. Voi suscitate in me tanti ricordi. L’unica cosa che mi stupisce è che non c’è nessuno di voi con il mate... Non avete avuto il coraggio? Vi è mancata la vena uruguaiana? Quando è venuto il vostro presidente avevamo il mate! Bene, grazie veramente”. Lo ha detto stamattina Papa Francesco, che ha ricevuto in udienza, nella Sala dei Papi del Palazzo apostolico, un gruppo di ex-alunni dei Gesuiti dell’Uruguay.

Percorsi: Papa Francesco - Uruguay

“Vedo - ha proseguito - che ci sono molti bambini; è una promessa e una speranza. Questa visita suscita in me tanti ricordi legati ai compagni che l’hanno organizzata e a tante altre cose belle”.

Poi una mezza promessa: “Non so quando sarà in programma un viaggio nel vostro Paese, ma prima del 2016 sicuramente no. Una cosa è certa: se visiterò l’Argentina, dovrò visitare anche il Cile e l’Uruguay, tutti e tre insieme. Così ci incontreremo lì”. Dopo aver ringraziato tutti di nuovo, il Pontefice ha chiesto “un favore”: “Di pregare per me. Perché qui la gente è buona, sono buoni i compagni e tutti lavorano insieme, ma il lavoro è tanto e non ce la si fa. Pregate per me, per i miei collaboratori, perché possiamo andare avanti. Molte grazie!”.

Fonte: Sir
Francesco a ex alunni gesuiti dell'Uruguay: una promessa e una speranza
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento