Vita Chiesa
stampa

Francesco: appello per gli operai della «Lucchini» di Piombino

«Per favore, aprite gli occhi e non rimanete con le mani incrociate!». È l'appello a combattere la disoccupazione lanciato oggi dal Papa, al termine dell'udienza, prima di salutare i fedeli di lingua italiana.

Papa Francesco si è rivolto agli operai dell'altoforno della Lucchini di Piombino, che gli hanno inviato un video-appello «prima della chiusura dell'altoforno e che mi ha davvero commosso», ha rivelato il Papa: «Sono rimasto triste». «Cari operai, cari fratelli - le parole di Francesco - sui vostri volti era dipinta una profonda tristezza e preoccupazione di padri di famiglia che chiedono solo il loro diritto di lavorare per vivere dignitosamente e per poter custodire, nutrire ed educare i propri figli».

«Siate sicuri della mia vicinanza, della mia preghiera», ha detto il Papa: «Non scoraggiatevi. Il Papa è accanto a voi e prega per voi affinché non si spengano le speranze umane e rimanga sempre accesa la speranza divina che non delude mai». «Cari operai, cari fratelli, vi abbraccio fraternamente», ha proseguito il Santo Padre, che ha chiesto «a tutti i responsabili di compiere ogni sforzo di creatività e generosità per riaccendere la speranze nei cuori di questi nostri fratelli e nel cuore di tutte le persone disoccupate a causa dello spreco e della crisi economica». «Per favore aprite gli occhi e non rimanete con le mani incrociate», ha concluso.

Fonte: Sir
Francesco: appello per gli operai della «Lucchini» di Piombino
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento