Vita Chiesa
stampa

Francesco, messaggio al Meeting di Rimini: «Il potere teme uomini in dialogo con Dio»

“Il potere teme gli uomini che sono in dialogo con Dio poiché ciò rende liberi e non assimilabili”. E’quanto scrive Papa Francesco nel suo messaggio di saluto per la XXXIV edizione del Meeting di Rimini, che prende il via oggi domenica 18 agosto (fino al 24), sul tema “Emergenza uomo”.

Parole chiave: Meeting di Rimini (48)

Il testo, inviato al vescovo di Rimini, monsignor Francesco Lambiasi, è stato letto prima della messa celebrata questa mattina, alla quale ha partecipato anche il Premier Enrico Letta, dal Presidente del Meeting per l’amicizia fra i popoli, Emilia Guarnieri. “Il mondo - scrive il Pontefice - è, a suo modo, interessato all’uomo. Il potere economico, politico, mediatico ha bisogno dell’uomo per perpetuare e gonfiare se stesso. E per questo spesso cerca di manipolare le masse, di indurre desideri, di cancellare ciò che di più prezioso l’uomo possiede: il rapporto con Dio. Il potere teme gli uomini che sono in dialogo con Dio poiché ciò rende liberi e non assimilabili”. Riferendosi al tema del Meeting, Papa Francesco sottolinea come ‘Emergenza uomo’, “significa l’emergenza di tornare a Cristo, di imparare da Lui la verità su noi stessi e sul mondo, e con Lui e in Lui andare incontro agli uomini, soprattutto ai più poveri, per i quali Gesù ha sempre manifestato predilezione”.

Il Papa esorta ad andare incontro a tutti “nelle scuole, nelle università, nei luoghi di lavoro, negli ospedali, nelle carceri; ma anche nelle piazze, sulle strade, nei centri sportivi e nei locali dove la gente si ritrova. Non siamo avari nel donare ciò che noi stessi abbiamo ricevuto senza alcun merito! Non dobbiamo avere paura di annunciare Cristo”. Questo è “il compito della Chiesa, è questo il compito di ogni cristiano”: “servire l’uomo andando a cercarlo fin nei meandri sociali e spirituali più nascosti”. Tuttavia, per Papa Bergoglio, la povertà non è solo quella materiale. “Esiste - scrive - una povertà spirituale che attanaglia l’uomo contemporaneo. Siamo poveri di amore, assetati di verità e giustizia, mendicanti di Dio, come sapientemente il servo di Dio mons. Luigi Giussani ha sempre sottolineato”.

Sono 103 gli incontri proposti da questa edizione del Meeting, 23 gli spettacoli, 12 le esposizioni, 17 le manifestazioni sportive; oltre 280 i relatori che interverranno alla manifestazione, oltre 3600 i volontari provenienti da oltre 150 Paesi.

Fonte: Sir
Francesco, messaggio al Meeting di Rimini: «Il potere teme uomini in dialogo con Dio»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento